COME SUPERARE L’ANSIA PRE-GARA parola allo psicologo

La differenza fra un fortissimo atleta ed un campione non la fanno solo le doti atletiche ma anche quelle mentali. Un esempio su tutti quello degli ultimi mondiali di atletica di Pechino 2015, finale dei 100m. La sfida che tutti aspettano è quella tra Usain Bolt e Justin Gatlin. Tra i due l’americano è il super favorito, ha ottenuto le migliori prestazioni durante l’anno e nelle batterie precedenti ha ottenuto il miglior tempo. Il giamaicano invece ha sofferto ed è riuscito a qualificarsi alla finale solo dopo una semifinale tutta in rimonta. Siamo ai blocchi di partenza. Si parte. Tutto cambia. Bolt riesce a confermarsi l’uomo più veloce al mondo e Gatlin fa una prestazione inferiore a quelle fatte in precedenza nello stesso mondiale. Il campione giamaicano, pur non essendo in perfetta forma è riuscito ad esprimersi al massimo nel momento decisivo mentre Gatlin non ha avuto la necessaria lucidità mentale quando ne aveva realmente bisogno.

Untitled design (42).png

L’ANSIA DA PRESTAZIONE NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI

Chiunque di noi si è trovato almeno una volta nella vita ad affrontare quella che viene chiamata ansia da prestazione. Quante volte a scuola davanti ad un compito in classe particolarmente difficile la paura di sbagliare ci ha letteralmente bloccato facendo scomparire dalla nostra testa tutto quello che si era studiato o quante volte lo stare in piedi davanti alla classe durante un’interrogazione orale ci ha bloccato la parola?
E da adulti durante un colloquio di lavoro è successo anche a voi di impappinarvi e di non riuscire a mettere appieno in luce le vostre qualità di fronte all’ esaminatore?
In queste occasioni non ne risentono solo le capacità cognitive, anche il nostro fisico ci dà dei forti segnali tipici dell’ansia come l’aumento della frequenza cardiaca, una maggiore sudorazione, problemi gastrointestinali, emicrania, solo per citarne alcuni.

L’ANSIA DA PRESTAZIONE SPORTIVA

Anche nello sport può capitare di “soffrire” di ansia da prestazione.
Sappiamo tutti che la corsa è un’ottima valvola di sfogo allo stress e alle preoccupazioni ed è scientificamente provato che, favorendo l’aumento delle endorfine presenti nel nostro corpo, ci dona maggiore vitalità e felicità.
Quando però si va ad affrontare una competizione le cose a volte cambiano. Subentrano altri fattori che possono innalzare la nostra soglia ansiogena, uno dei più frequenti è la paura di fare brutta figura di fronte ai propri compagni, al pubblico o agli altri atleti. Inoltre può nascere il timore nelle competizioni lunghe di non riuscire a portare a termine la gara o la preoccupazione di non essere in grado di raggiungere l’obiettivo che ci si era prefissati alla partenza buttando al vento duri mesi di allenamento.
Se un livello normale di attivazione fisiologica prima di una gara è normale ed anche auspicabile per avere la necessaria energia da utilizzare durante la prestazione, allo stesso tempo se eccede si rischia di ritrovarsi vittima dell’ansia.

RIMEDI ALL’ANSIA DA PRESTAZIONE SPORTIVA

Come possiamo superare l’ansia da prestazione sportiva? La psicologia dello sport ci fornisce alcune tecniche da utilizzare prima di una corsa:

– Rilassati: quando aumenta l’ansia il respiro diventa più frequente e strozzato, cerca di respirare utilizzando il diagramma attraverso una respirazione addominale che favorisce maggiore calma e concentrazione. Quando il respiro sarà diventato più lento e profondo puoi utilizzare la tecnica del rilassamento distensivo (leggi anche l’articolo TECNICHE DI RILASSAMENTO: IL RILASSAMENTO DISTENSIVO)

– Usa la visualizzazione: attraverso la visualizzazione puoi uscire mentalmente da una situazione ansiogena e sentirti maggiormente sereno e fiducioso nelle tue possibilità. Immagina una situazione che ti dà tranquillità e fiducia, rivivi mentalmente una gara nella quale ti sei espresso al meglio, cerca di ricreare le emozioni sia fisiche che mentali che hai provato in quei momenti. Allenati con la visualizzazione quotidianamente per poterla utilizzare al meglio nel pre-gara quando ne senti il bisogno.

– Creati degli obiettivi: concentrati sugli obiettivi che vuoi raggiungere, poco alla volta rendi sempre più sfumato tutto ciò che può disturbare la tua prestazione come il pubblico, i tuoi avversari o i rumori che ti circondano. Fai alcuni respiri profondi e focalizza la tua attenzione su un obiettivo chiaro al quale vuoi arrivare, pensa a quello e tutto il resto che ti disturba sarà via via più sfuocato fino a scomparire.

– Divertiti: ricordati che lo sport è e deve rimanere prima di tutto divertimento; la prestazione, la competizione, il tempo, sono sicuramente parti fondamentali dell’essere atleti ma non devono mai farci dimenticare che quello che facciamo lo facciamo perché ci piace e perché ci fa stare bene. Concentriamoci quindi sul piacere della corsa, sul movimento del nostro corpo, sulla sensazione di libertà che ci regala.

Come sempre ricordiamoci che “prevenire è meglio che curare!” quindi durante i mesi che precedono la gara allenatevi nel potenziare le tecniche di mental training che vi ho consigliato, rendete l’allenamento mentale parte integrante della vostra preparazione per gestire al meglio ogni difficoltà, compresa l’ansia da pre-gara!

Dott. Massimiliano Banda
Psicologo dello sport

<fonte>


Scarica SmanApp Diventa Nostro Partner

smanapp

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...