7 TRUCCHI CHE HO IMPARATO PER FAR MANGIARE TUTTO AD UN BAMBINO DI 3ANNI

valentina_tonda“Le verdure sono il nostro punto di contatto con la natura e sono belle, colorate, profumate, come la frutta. Non hanno nulla di sgradevole eppure tanti bambini le detestano. Pensandoci bene, sono arrivata alla conclusione che il sapore non c’entri nulla con questo rifiuto e che il motivo del “no” sia culturale. Credo cioè che siano i valori che le accompagnano nel piatto a renderle immangiabili”.

Con Dave negli ultimi abbiamo sostenuto delle battaglie, per mangiare in generale che poi si ripercuote sulle verdure …girando qua e là nella rete e prendendo spunti anche dalle amiche mamme vi passo alcuni trucchi

1) Con mio figlio ho imparato a non dire davanti agli altri, zii amiche ecc che non le piacciono le verdure. ho capito che poi lui (il furbetto),  al semplice sentirmelo comunicare non le mangia. Al contrario, a forza di sentirmi dire ma quanto è bravo il mio ometto a mangiare le verdure,  ha iniziato a mangiare  anche la frutta. A forza di sentirvelo dire, anche il bambino si auto convincerà che effettivamente le verdure le mangia e sarà minore il suo istinto di rifiuto. E’ un trucchetto psicologico che non bisogna sottovalutare!

2) Un’altra strategia è quella di presentare nel piatto delle cose piccoline. Ad esempio le polpette, invece di farle nella dimensione normale, io le faccio “mignon”. Ai suoi occhi   3 polpette piccoline sono  più appetitose e meno impegnative di una grande e si sente più invogliato a mangiare.

3) l’ho abituato ai sapori poco alla volta. Non si può pretendere che un bambino mangi al primo colpo un piattone di broccoli se fino al giorno prima non sapeva nemmeno che aspetto avessero.
Con Dave funzionano due cose: andare dal contadino a comprarle insieme e metterle in un patto dove ci sono cose che adora.

4) La cosa che adora ed essere coinvolto nel preparare il pasto: spesso li  faccio lavare e sbucciare la verdura, e le sue parole sono mamma oggi sono io lo chef.  E quando il piatto è stato “ preparato da lui,” è stato facile farglielo mangiare.

5) un errore dove cascavo è  “il piatto alternativo”.  ogni volta che si è rifiutato di mangiare un determinato piatto, spesso (cuore di mamma) ho proposto altro sbagliando alla grande. Ho fatto un enorme sforzo e fatica, ce l’ho fatta a non cedere, quando possibile, alla preparazione di una pietanza diversa da quella ho portato in tavola.
6) LA “caccia al tesoro nel piatto”. Cioè, ad esempio in un piatto di penne aggiungo 2/3 farfalle e chiedo di trovare i pezzi diversi! Mentre  cerca…intanto mangia 😀
Oppure una mandorla in una polpetta. Insomma, tutte cose piccoline e non complicate da fare durante la preparazione. Ho notato che si distrae dal gioco e mangia anche le cose che non lo entusiasmino.

Questi sono i miei trucchi e i vostri?

 


Segui la Sfida Di Va…lentina Slow Run Mum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...