I miei allenamenti con SmanApp

valentina_tondaScrivo questo post sull’onda dell’entusiasmo, perché sono effettivamente appena tornata dalla corsa più veloce della mia vita: 6km e 170 metri  in 41 min per me è un traguardone 🙂

Tutto ebbe inizio il 21 novembre trascinata dall’entusiasmo di due colleghe, ma anche dal fatto che lavoro per un azienda che ha creato un applicazione, che ha l’intento di proteggere gli utenti più deboli della strada (compreso i runner).  Fino a ieri classificavo pedoni, mamme, o disabili come categorie principali che si devono proteggere, dalle insidie che “ogni giorno” nascono sui nostri spostamenti sulla strada.  

Con la corsa ho capito che siamo noi runner, e gli sportivi in generali ad essere vulnerabili. Mi sono trovata a chiedermi, ma tutti quelli che sono costretti ad allenarsi lungo le strade di città e paesi, schivare le automobili o altri mezzi di locomozione (in questo mi sento fortunata per la gran parte del mio tratto di allenamento, sono su una pista ciclabile). Oltre al problema oggettivo di non mettere a rischio la propria incolumità, la situazione è complicata dall’inciviltà di alcuni automobilisti, che non cercano minimamente di convivere con i runner o ciclisti, ma ti passano a pochi centimetri anche in strade poco trafficate (o di paese), quando allargare la traiettoria non comporterebbe alcun rischio per la sicurezza della circolazione.

Mi alleno con SmanApp, e mi piacerebbe fartela scoprire. Se ti alleni da solo, avere un’app che ti dice esattamente cosa fare;  quando farlo è davvero importante. Calcola i tuoi tempi, le calorie bruciate e i tuoi sensi di colpa per il cioccolatino (fondente mi raccomando) spariscono per magia.

La convivenza tra pedoni e macchine è difficile, l’app avverte gli automobilisti intorno a te con l’app installata, della tua presenza su strada con un segnale visivo e sonoro di prestare attenzione perché nel raggio di 250 metri c’è uno sportivo su strada.

Un particolare attenzione, quando sei costretto a correre per strada,  durante le ore serali oltre al segnale sonoro, SmanApp emette una luce ad intermittenza durante il tuo allenamento per renderti visibile.

Se ti alleni da solo, avere un’app che avverte in caso di incidente o un problema. Un numero di un caro che hai registrato nelle impostazioni, Lui riceve una SMS con la tua richiesta di aiuto, n le coordinate gps di dove ti trovi per poterti raggiungere. In più chi sta intorno a te, con app installata riceve un allert di una tua richiesta di aiuto.

Ti ho incuriosito? Scaricala gratuitamente e scopri le sue tante funzioni,  ne parliamo prossimamente, intanto ti auguro buon allenamento 🙂


Segui la Sfida Di Va…lentina Slow Run Mum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...