3 consigli utili contro lo stress da scrivania

Il cubicolo. Croce e delizia di tantissimi lavoratori in tutto il mondo.Normalmente è una parola che non si associa bene a concetti come calma, pace interiore e serenità.Copia di wordpress (35).png
Al contrario, il cubicolo fa pensare allo stress da scrivania, a ore e ore passate nella stessa posizione, gli occhi appiccicati al computer.

In molti contesti lavorativi le pause non sono previste e qualunque azione non chiaramente “produttiva” viene vista male (anche se, ricordiamolo, gli occhi andrebbero riposati per qualche minuto ogni due ore). Ma noi sappiamo che, ogni tanto, prendere una breve pausa aiuta a ricaricare il cervello e quindi a produrre di più. Per questo, è consigliabile escogitare qualche espediente poco appariscente per “staccare” e abbassare il livello di ansia da sovraccarico di lavoro.

Può bastare anche solo un minuto di rilassamento per ripartire di slancio. Abbiamo scelto tre semplici trucchi per non farsi travolgere dalla “sindrome da cubicolo”.

1. Respirare a fondo

Permetti alla tua mente di concentrarsi per un po’ su qualcosa che fa il corpo: vedrai che questo avrà un effetto calmante immediato. Il respiro è fondamentale. Siediti ben dritto e concentrati. Respira ed espira contando fino a 10. Arrivato a 10, ricomincia da capo. Ripeti 6 volte. Non uno di più, non uno di meno.

2. Riavviatevi

Sì, proprio come un computer. Fissare lo schermo tutto il giorno fa male agli occhi e al cervello. Ancora, siediti dritto. Chiudi gli occhi e premi leggermente i palmi delle mani contro le orbite. Mettere le mani sugli occhi serve a isolarsi per qualche secondo dal mondo esterno. Meglio riavviarsi spontaneamente che aspettare il crash del sistema, no?

3. Raggiungi il cielo

Il semplice atto di sollevare le braccia sopra la testa è utilissimo per ridurre la tensione. Stai dritto e alza la braccia tese di fronte a te. Poi intreccia le dita e gira i palmi delle mani verso l’esterno. Alza le braccia spingendo i palmi verso il soffitto. Alza le spalle fino alle orecchie, lasciali ricadere e allunga il collo più che puoi.

Solleva le costole e raddrizza la colonna vertebrale in modo da raggiungere l’altezza maggiore possibile. Rimani in questa posizione respirando profondamente tre volte.

Il lato positivo di questi tre consigli è che non devi nasconderti in una sala conferenze vuota o in bagno per fare i tuoi esercizi: li puoi fare molto più semplicemente seduto alla tua scrivania.

Un fattore d’ansia in meno di cui preoccuparsi.


Scarica SmanApp

 la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

footer-blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...