Assicurazioni auto: torna il tacito rinnovo?

Sono sempre io, James. Un automobilista che ama muoversi con calma, in sicurezza e con il massimo di responsabilità.Copia di wordpress (66).png

Un automobilista dal carattere molto pacifico, di solito. Ma oggi no. Oggi sono molto arrabbiato.

La notizia del giorno è questa: pare che stia per tornare tra noi una vecchia, aberrante norma che speravamo definitivamente superata: il tacito rinnovo per le assicurazioni.

L’emendamento che la fa risorgere dalla tomba si trova all’interno del cosiddetto ddl concorrenza, che dovrebbe essere approvato entro quest’estate.

Le assicurazioni auto ai tempi del rinnovo automatico

Vi ricordate? Fino al dicembre 2012 se volevate cambiare assicurazione dovevate disdire voi, entro 15 giorni dalla scadenza della polizza. Altrimenti, il rinnovo era automatico ed eravamo costretti a subire aumenti anche importanti del premio.

Questa regola non valeva per le assicurazioni online e telefoniche. Naturalmente la maggior parte degli assicurati non se ne accorgeva quando era troppo tardi e, nonostante i premi alti, si trovava costretta a ripensarci l’anno seguente.

Dopo il 2012: una fase di libera concorrenza e risparmio

Poi è accaduto qualcosa: a dicembre del 2012 il governo Monti abolì il tacito rinnovo per le assicurazioni tradizionali, che si trovarono improvvisamente in una situazione simile a qulla degli agguerriti concorrenti on line.

Così, ogni anno, i clienti, cioè noi, tornavamo sul mercato e, in regime di libera concorrenza, potevamo scegliere tra chi faceva le offerte più convenienti.

Naturalmente le assicurazioni on line e telefoniche ne beneficiarono, offrendo un servizio più tecnologico a prezzi concorrenziali, anche grazie alle minori spese in quanto aziende senza uffici sul territorio. Per una volta, il mito della libera concorrenza portava un vero risparmio senza diminuire la qualità del servizio offerto.

Lancette indietro di cinque anni? Una beffa per i consumatori

Inaccettabile, evidentemente, per i promotori di questo emendamento infilato in un ddl che in teoria, beffa nella beffa, dovrebbe servire a liberarizzare maggiormente il mercato per favorire i consumatori.

Una norma che rischia di dare un colpo durissimo a tutti i proprietari di auto, riportando i costi della assicurazioni al livello abnorme di qualche anno fa.

In attesa di scoprire se e chi si opporrà a questa norma sciagurata, non posso che ricordare la funzione “Scadenze” di Smanapp. Una sezione dell’App dove è possibile impostare utili promemoria per ricordare date ed eventi importanti. Se dovesse rientrare dalla finestra il tacito rinnovo, ricordare i termini di scadenza della propria polizza sarà una delle poche armi a nostra disposizione per non subirlo.

Qui un link alla fonte per approfondire.


Scarica SmanApp

 la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...