Il metabolismo, questo sconosciuto

Quando si parla di diete, entra spesso in gioco una parola misteriosa, pronunciata quasi sottovoce.Copia di wordpress (78).png

“Colpa del mio metabolismo”, si sussurra, scuotendo la testa rassegnati. Davvero non possiamo farci niente? Continuate a leggere.

Stai cercando di perdere peso? Dopo una fase iniziale soddisfacente i risultati non sono più come all’inizio? Prima di entrare nel panico devi tenere conto di un fattore di cui si parla sempre come di una sorta di sacro mistero: il tuo metabolismo. Ogni dieta dovrà confrontarsi con questo fattore squisitamente personale, che varia da individuo a individuo. Ma cos’è, alla fine, questo benedetto metabolismo?

Conosciuto anche come metabolismo basale, sigla MB (in inglese BMR) è la velocità con cui il tuo organismo usa l’energia o le calorie per mantenere le funzioni vitali, dal battito cardiaco alla circolazione del sangue, dalla respirazione alla temperatura corporea.

Il metabolismo è più alto nei giovani, nei maschi e in chi ha una massa muscolare maggiore. Per questo, queste categorie tendono a perdere peso più facilmente e in meno tempo rispetto alle donne e alla persone più anziane.

In più, ci sono altri fattori che abbassano il metabolismo e rendono più difficile perdere peso. Tra questi, le tue abitudini di vita e alimentari.

Finalmente una buona notizia: il metabolismo non è un fattore immutabile, né una condanna a vita. Ecco quindi alcuni comportamenti che possono aiutarti ad accelerarlo rendendo in questo modo la tua dieta più efficace.

1) Chi ben comincia…

Tutti gli scienziati sono concordi: saltare la colazione è una cattiva idea, a prescindere dal fatto che tu voglia perdere peso o meno. Di notte il metabolismo rallenta, ma se mangi entro un’ora dalla sveglia puoi dargli una bella “spinta”.

Non solo, eviterai anche di arrivare all’ora di pranzo con gli occhi fuori dalle orbite dalla fame e l’impulso a mangiarti un cinghiale intero. Cosa che alla dieta, ne converrai, non fa benissimo.

2. Il corpo è abitudinario

Il tuo corpo preferisce un ritmo costante, con orari precisi. In questo modo troverà sempre il giusto ritmo. Se non sa quando riceverà la prossima “ricarica” tenderà fare scorta di energie, rallentando il metabolismo. In più, il corpo ha sempre bisogno di sostanze nutritive durante la giornata: saltare i pasti lo destabilizza.

Naturalmente quando parlo di assumere nutrimento costante durante tutto la giornata mi riferisco a piccole quantità ben distribuite. Posa subito quell’hot-dog a doppia senape e tripla maionese, non vale come snack di metà pomeriggio.

3. Assumi sempre almeno 1000 calorie al giorno

Non basta mangiare poco per perdere peso. Anzi, andare sotto le 1000 calorie quotidiane può portare a un rallentamento del metabolismo del 30%. Le diete ipocaloriche, infatti, tendono spesso a far diminuire la massa muscolare.

Come abbiamo visto, più massa muscolare significa metabolismo più veloce. Così, alla fine della dieta il peso aumenterà subito perché il metabolismo è stato rallentato. Dal che il noto comportamento “a fisarmonica” del corpo, che appena finita la dieta torna a ingrassare ancora più velocemente di prima, gettando nello sconforto chi ha appena finito una dieta stressante e faticosa.

4. La massa muscolare è tua amica: non la trascurare

Dai 30 anni in poi, la massa muscolare tende naturalmente a diminuire. Per contrastare questo processo i fattori principali sono fare sport e integrare proteine animali o vegetali nella tua dieta. Più massa muscolare abbiamo, più calorie bruciamo, anche da fermi. Sì, se il metabolismo funziona bene bruciamo calorie anche da fermi. Se non è una bella notizia questa…

5. Aglio e peperoncino: acceleratori naturali del metabolismo

Il peperoncino (specie habanero, cajenna e jalapeño) aumenta la temperatura corporea e accelera il metabolismo di circa l’8%. Anche l’aglio ha una funzione simile. Usare questi gustosi alimenti per condire le pietanze renderà la tua dieta meno deprimente, oltre che più efficace.

Comportamenti da evitare: ingoiare felici un habanero in un sol boccone come integratore alla dieta e strofinarsi gli occhi o altre parti sensibili del corpo dopo averlo tritato nel piatto.

6. Bevi molta acqua

In media l’organismo ha bisogno di due litri d’acqua al giorno. L’acqua entra in gioco in molte delle azioni con cui il corpo regola il metabolismo. In più, berne un paio di bicchieri prima dei pasti dà una sensazione di sazietà portando a mangiare meno. In molti dimenticano che, un po’ come una pianta, il nostro corpo non può vivere senz’acqua. No, i gavettoni di ferragosto non valgono.

7. Fai esercizio aerobico 

L’esercizio aerobico aumenta il metabolismo. Maggiore è l’intensità dell’esercizio più l’accelerazione metabolica continuerà anche dopo aver terminato l’allenamento.

Usa SmanApp per scegliere la tua attività aerobica preferita tra le nostre 16 categorie (dal nuoto alla corsa, dalla bicicletta alla camminata, solo per citarne alcune). Non solo: con SmanApp potrai tenere sotto controllo i tuoi progressi, la velocità, i chilometri percorsi e le calorie effettivamente bruciate!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

footer-blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...