12 ragioni per combattere lo stress grazie al giardinaggio

valentina_tonda

Come per tutte le cose, c’è chi ama il giardinaggio e chi lo detesta. Ci sono persone che hanno il pollice verde… e altre che hanno il “pollice nero” e riescono a far morire anche la gramigna solo guardandola.

C’è chi per sbaglio versa acqua bollente nei poveri gerani e chi invece gli fa ascoltare musica classica, ci parla e giura che le piante lo apprezzino.

Il tenebroso rocker Manuel Agnelli si è recentemente dichiarato amante del giardinaggio. Anche se può far sorridere immaginarlo alle prese con concimi, cesoie e ciuffi di begonie, magari è proprio il giardinaggio il segreto della sua calma olimpica anche durante i momenti più concitati di X-Factor. Qualunque sia la vostra idea sulla questione, il giardinaggio è ai primi posti tra le attività antistress.

Oggi vi darò 12 semplici consigli per praticarlo con la massima soddisfazione.

1. Non farlo diventare un lavoro

Se hai solo il tempo per occuparti di un paio di piantine di basilico, non mettere su un orto di un ettaro coltivato a patate, pomodori e zucchine. Lo stress, in questo caso, rischierebbe di aumentare esponenzialmente. Per la stessa ragione, se hai solo un piccolo terrazzino lascia perdere le angurie e dedicati a qualcosa di più maneggevole.

2. Comincia con piante facili

Per il principiante l’ideale è iniziare con erbe aromatiche come basilico e prezzemolo, ma sono piuttosto facili da coltivare anche i peperoncini, le zucchine, i pomodori (anche nelle versioni mignon da terrazzo) e il sedano. Lascia perdere le piante carnivore, tra le più complesse da gestire e, anche se impazzisci per la cucina giapponese, non tentare nemmeno di coltivare in casa la pianta del wasabi: è ritenuta la più difficile da coltivare al mondo.

3. Fraternizza con la natura

Quando sei in giardino, il tempo rallenta e ritrovi il ritmo che avevano i nostri antenati ogni giorno, fino all’alba dei tempi. Fare giardinaggio significa rallentare e seguire i tempi della natura intorno a te. Volere tutto e subito non è mai una buona idea, in generale, ma se si parla di coltivazione è ancora peggio: è l’idea peggiore possibile.

4. Fraternizza con gli amici delle piante

No, non sto parlando di un simpatico Club di appassionati di giardinaggio. Sto parlando degli insetti. A seconda della pianta scelta scoprirai che ogni tipo di flora porta con sé una differente, variegata fauna ronzante. Sono animali affascinanti e faranno parte della tua esperienza, quindi, se non sopporti nessun tipo di creatura a più di quattro zampe, beh, forse abbiamo un problema.

5. Lascia il telefono a casa

Quell’ora al giorno che dedichi alle tue piante di peperoncino sono preziose: non spezzettarle rispondendo a telefonate, email e messaggi. Il giardinaggio è un modo per uscire da una vita multitasking: cerca di fare solo quello, e rendilo un tuo momento privato.

6. Usa tutti i sensi

Ogni giardino è un regalo per i cinque sensi: toccare la terra, annusare i fiori, ascoltare il ronzio delle api e il cinguettare degli uccelli, gustare un pomodoro appena staccato dalla pianta, guardare le infinite sfumature di verde delle piante che stai coltivando. Si tratta di un’autentica attività multisensoriale… la più antica di tutte.

7. Datti un ritmo

Zappare, scavare, piantare. Cerca di farlo sempre nella stessa sequenza, alla stessa velocità, seguendo il tuo ritmo ideale. Come nei mantra tibetani o nelle preghiere buddiste, seguire un ritmo aiuta la meditazione e connette l’essere umano con l’universo… e di conseguenza, con se stesso. Inoltre, si tratta di un’attività all’aria aperta quindi, se non siete proprio a un metro dalla tangenziale, permette anche di respirare aria buona.

8. Scopri che giardiniere sei

Preferisci coltivare i tuoi hobby da solo o in compagnia? Il giardinaggio non è necessariamente una passione solitaria: ci sono comunità di appassionati con cui scambiarsi consigli, condividere esperienze e far nascere nuove amicizie.

9. Usa la creatività

Coltivare un giardino è come avere una tavolozza di colori e forme con cui inventare. Vuoi uno spazio selvaggio, simile a una giungla? Preferisci un giardinetto all’italiana, dalle geometrie precise ed eleganti? Vuoi che somigli all’orto di tua nonna in campagna? Scatena la tua fantasia.

10. Osserva la vita

Un giardiniere è un creatore di vita: si occupa di esseri viventi. Far nascere, coltivare e accudire le proprie piante è un atto in qualche modo divino. Goditene ogni momento, dal crescere incerto delle foglie allo sbocciare dei fiori, fino alla gioia del primo raccolto.

11. Coltiva la tua autostima

Dopo tanta fatica è arrivato il momento di mettere nel piatto i primi pomodori. Li hai fatti tu! Datti una pacca sulla spalla: un buon lavoro fatto bene è un toccasana per l’autostima.

12. Fai un regalo originale ai tuoi amici

Regalare i frutti del tuo orto a un amico o parente è un gesto di grande significato e un regalo sempre gradito e utile. Un momento di condivisione antico ed emozionante.

 


finders (5).png

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...