Un trekking nella storia: il Cammino dei Briganti

Un percorso affascinante sulle orme degli antichi briganti che percorrevano il confine tra Regno delle Due Sicilie e Stato Pontificio. Imperdibile per gli appassionati di escursioni!

trekkingsmanapp

Per chi ama camminare e correre, oggi vi presentiamo un percorso magnifico adatto sia al trekking che al trail, che unisce la bellezza del paesaggio all’approfondimento di un momento difficile quanto interessante della storia d’Italia: il Cammino dei Briganti. Esteso per 100 km tra l’Abruzzo e il Lazio, il Cammino percorre il confine tra due antichi Stati italiani, il Regno delle Due Sicilie e lo Stato Pontificio.

Lungo le vie della storia d’Italia

Si percorreva in sette giorni e, come dice il nome, era frequentato dalle bande di briganti che agivano in entrambi gli Stati. L’Unità d’Italia aumentò a dismisura il fenomeno: il fatto che i Piemontesi fossero ritenuti degli invasori da una parte del popolo portò molti a darsi alla macchia, ingrossando le fila dei briganti. Il cammino è nato da un’idea dello scrittore e guida professionista Luca Gianotti, che usufruisce anche della collaborazione della Compagnia dei Cammini.

Il percorso dura circa una settimana: la Compagnia dei Cammini lo organizza perioodicamente, ma può essere fatto anche autonomamente, utilizzando la guida “Il Cammino dei Briganti” (di Luca Gianotti, Alberto Liberati e Fabiana Mapelli; Edizioni dei Cammini) che, oltre a fornire la mappa dettagliata del percorso, contiene anche molte storie di briganti che sono avvenute proprio da queste parti.

Non solo malviventi: il brigantaggio e i Savoia

L’idea che i briganti fossero semplici malviventi è stata ridimensionata da tempo: questa era la visione sabauda. Al contrario, il brigantaggio si proponeva di difendere il popolo di queste terre dall’invasione dei Savoia, che avevano aumentato le tasse in modo spropositato e introdotto la leva obbligatoria strappando gli uomini più giovani e forti dal lavoro nei campi. Si tratta di una storia di violenze, ingiustizie e rapimenti che ha segnato la nascita della nostra Nazione.

Il percorso è ben segnalato, facile da affrontare e prevede tappe attrezzate con soste nei vari punti di accoglienza previsti di paese in paese. Si parte da Sante Marie, nei pressi di Tagliacozzo (AQ) e, dopo aver percorso una via circolare, si torna al punto di partenza. Il Cammino si svolge tra i monti boscosi di due territori, Marsica e Cicolano, e prevede dislivelli tra 800 e 1300 metri.

Cosa vedere lungo il cammino

Tra i luoghi più affascinanti da ammirare, la splendida e incontaminata Val de Varri, il borgo medievale di Nesce, da dove passò San Francesco, la selvaggia conca boscosa chiamata Valle del Salto e i paesi di Poggiovalle e Cartore, da dove provenivano alcuni dei briganti più celebri. Altri luoghi di assoluta bellezza sono l’antico borgo di Santa Maria in Valle, la chiesa romanica di Santa Maria in Valle Porclaneta e i ruderi del castello nei pressi di Casale le Crete. I piccoli paesi di questo itinerario sono popolati da pochi abitanti e offrono una vita ancora a misura d’uomo, fatta di franca ospitalità e cucina sostanziosa quanto verace.

Una variante per esperti: il Monte Velino

Un percorso alternativo d’alta montagna praticabile solo d’estate si snoda lungo le pendici del Monte Velino raggiungendo il Lago della Duchessa che si trova a 1788 metri, immerso in un paesaggio straordinario tra i monti dell’Appennino. A causa dei sentieri poco segnati e difficili da percorrere è adatto solo ai trekker allenati e davvero esperti, muniti di mappa topografica.

Per approfondimenti e prenotazioni: www.camminodeibriganti.it

In cammino con SmanApp

Durante il tuo percorso di trekking o il tuo trail, ricordati di attivare SmanApp: potrai seguire il percorso sulla mappa, monitorare la tua velocità, la distanza percorsa e l’altitudine, oltre a fare il conto delle calorie consumate. Inoltre, in caso di emergenza, SmanApp mette a disposizione il tasto SOS, che permette di inviare a un numero di tua fiducia un messaggio geolocalizzato di richiesta d’aiuto. Una funzione preziosa soprattutto durante un’escursione in luoghi isolati.

Scarica SmanApp

La Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

finders (17)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...