Aspettando Halloween… i 10 cibi più paurosi del mondo

Ecco i gli alimenti più temibili che siamo riusciti a trovare, pronti per voi: avreste il coraggio di assaggiarli?

halloween_smanapp

Di solito il mercoledì parliamo di cibo. Ma questo è il mercoledì prima di Halloween, quindi… è tempo di cibi pauros!. La rete è piena di ricette divertenti a base di zucche intagliate, ragnetti di liquirizia e altre simili amenità. Ma noi oggi non vogliamo parlare di gustosi cibi dalle fattezze malefiche… bensì di alimenti che fanno davvero paura. Questo è l’ultimo avvertimento: chi ha lo stomaco debole si fermi qua.

Qualcuno potrebbe obietare. chi siamo noi per giudicare chi ama nutrirsi delle più orride nefandezze? In fondo, anche l’Italia ha le sue. Senza arrivare a citare il mefitico (e illegale) formaggio con i vermi sardo, in molte parti della Penisola si rischia la vita (letteralmente: è successo spesso) con crostacei o frutti di mare pescati in porti inquinati e serviti direttamente crudi in un bicchierino di plastica.

Insomma, lo scopo di questo articolo è solo terrorizzarvi (o schifarvi…) con piatti degni di un antro delle streghe, nient’altro. Del resto, Halloween è così vicino…

1. Barbecue di pipistrello

Come non cominciare da un classico delle pozioni magiche, le ali di pipistrello? In verità, questo piatto tipico indonesiano prevede di mangiare solo il corpo senza pelo, testa e appunto ali… ma l’effetto stregonesco rimane.

Per quanto riguarda il sapore, dovrebbe somigliare a quello di un qualunque piccolo mammifero selvatico che vive sottoterra. Ecco, immaginetevi un ratto al barbecue.

2. Durian

Si tratta di un bel frutto, grosso e polposo. Siamo sempre in Estremo Oriente, patria di molte sinistre ricette, ma in questo caso il terrore corre sul filo per un alimento del tutto vegano, sano, gustoso e in apparenza, bellissimo.

Peccato per l’odore, a detta di molti simile a carne decomposta e tanto potente da rendere il trasporto di questo frutto, se sbucciato, vietato nella maggior parte dei luoghi pubblici di Singapore con multe che (per esempio in metropolitana) arrivano a 500 dollari.

3. Sashimi di Pesce Palla

Dopo un alimento fetente ma salutare, eccone uno delicato ma… pronto a uccidere!

Celebrato anche in un episodio memorabile dei Simpson, il pesce palla (in giapponese “fugu”) è un piatto prelibato che però deve essere cucinato solo da esperti riconosciuti nella difficilissima arte di togliere le parti velenose. E se il cuoco ha fatto un piccolo errore? Sorpresa: sei morto!

Il veleno di questo animaletto tra l’altro bruttino e dalla carne insipida e costosissima è cento volte più letale del cianuro. La grande domanda è: perché mai mangiarlo?

4. Serpente a sonagli fritto

Ricette dure per uomini duri. Dove mai poteva trovarsi una ricetta del genere se non in Texas, terra di cavalli, cowboys e, come è noto, serpenti a sonagli. Tolta la testa, che contiene il veleno, il resto pare sia ottimo, con un sapore simile al pollo. Ci fidiamo sulla parola.

Il trucco è cucinarlo prima che lui morda te: una perfetta applicazione del detto “Ciò che non ammazza ingrassa”.

5. Balut

Orribile piatto tipico di street food filippino, protagonista di una tremenda prova durante una recente puntata di Pechino Express, ha creato autentico panico e scompiglio tra i poveri concorrenti.  Io non ve lo racconto, è superiore alle mie forze: se proprio ci tenete andatevelo a cercare da soli. E non mi dite, poi, che non vi avevo avvertito.

6. Hakarl

Piatto leggendario a base di squalo groenlandese sepolto e lasciato a marcire per 12 settimane, poi essiccato per qualche mese. La versione islandese di uno snack di metà giornata, si riconosce per il delicato aroma di ammoniaca in grado di essere percepito a quattro isolati di distanza.

7. Cetriolo di mare

Chiamato anche Oloturia (e in altri numerosi, volgarissimi modi), questo invertebrato che striscia più o meno in tutti i mari ha la consistenza di una gelatina cartilaginosa e… beh, nessunissimo sapore. Del resto, come fidarsi di una creatura che respira dal sedere?

8. Blood Clams

Il loro nome si potrebbe tradurre come “vongole di sangue”. Si mangiano un po’ in tutto l’estremo Oriente e il colore rosso che si sprigiona dalla conchiglia aperta è in effetti dovuto a una presenza molto alta di emoglobina.

Somiglia un po’ alla mia idea di un perfetto scherzo di Halloween: prepari un piatto di spaghetti alle vongole ma quando le apri… sanguinano! Le pazze risate.

9. Uova di cent’anni

Un classico della cucina cinese. Conservate per mesi in una mistura apposita, hanno una consistenza gelatinosa, colore tra il nero e il verde e un odore di zolfo e ammoniaca. Insomma, sono esattamente quello che sembrano: uova andate a male.

10. Grappa di serpenti e scorpioni

Dopo un menu del genere, ci vuole un liquorino, vi pare? Niente di più facile! In Indocina (ma anche in varie parti della Cina) è facile vedersi portare orgogliosamente una bella bottiglia di grappa in cui fermenta beatamente un enorme cobra con un altrettanto gigantesco scorpione in bocca.

Pare che abbia poteri afrodisiaci; una guida cinese mi ha deliziato con questa sconcertante frase: “Più velenoso è il serpente, più buona la grappa”. Suppongo che lo scorpione stia lì per pura decorazione, un po’ come la ciliegina sulla torta.

Se non ne avete abbastanza e volete conoscere altre pietanze terrificanti, ecco il link. Buon appetito e Happy Halloween!

Scarica SmanApp

 la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...