Autunno in Toscana: arriva l’olio nuovo!

L’autunno è senz’altro il momento più suggestivo per visitare la Toscana. Tra le tante attrazioni, una piena di sapore: la sagra dell’olio nuovo!

oliodoliva_smanapp

Autunno in Toscana. I colori dei boschi e dei campi prendono sfumature spettacolari, esplodendo di rossi, gialli, bordeaux, ocra. Ancora il clima è piacevole, ma non ci sono più le folle dei turisti ad assediare città e musei.

Grazie alla nebbia le abbazie e i castelli hanno un fascino particolare, magico e senza tempo. Inoltre, è tempo di terme, specie all’aperto, per apprezzare al meglio il contrasto tra l’acqua calda e il clima pungente ma ancora non gelido.

Tra tutte le ragioni per visitare questa ragione in autunno, una delle più particolari è scoprire il gusto dell’olio appena spremuto in una delle tante sagre che lo vedono protagonista.

L’olivo è un albero-simbolo della Toscana e all’inizio dell’autunno da migliaia di anni si raccolgono le olive, così questo è il periodo migliore per assaporare la nuova annata appena imbottigliata.

L’olio nuovo è un’esperienza degustativa straordinaria, grazie a un gusto pungente e riconoscibile tra tutti, perfetto da assaggiare con tutte le migliori ricette toscane, tra tutte la più semplice, la tipica “bruschetta”!

L’olio nuovo a Montemurlo

Tra le feste da ricordare,  un delle principali è la Festa dell’Olio di Montemurlo (PO), nata qusi vent’anni fa. L’antica città nella provincia di Prato, dominata dalla splendida Rocca, è teatro di una nutrita serie di eventi, sempre con protagonista l’olio nuovo, che quest’anno si svolgerà nei giorni 11, 12, 17, 18, 19 (la giornata clou) con chiusura la mattina del 26 novembre. Qui il programma.

Da Civitella a Seggiano, sapori d’autunno

Un’altro borgo che dedicherà il weekend dell’11-12 novembre all’olio è Civitella Marittima, in provincia di Grosseto, mentre la fine di novembre (precisamente il 25 e 26) offrirà un evento dedicato all’olio nella location spettacolare del Castello di Murlo in provincia di Siena, con assegnazione del titolo di miglior olio del 2017.

Il primo weekend di dicembre vedrà invece Seggiano, sul Monte Amiata, protagonista per una festa con degustazioni di prodotti a Km zero e assaggi di olio nuovo,

San Quirico fa festa… e arriva il trenino d’epoca!

Infine, un ultimo grande evento a San Quirico d’Orcia, patria di uno degli olii più pregiati d’Italia. Dall’8 al 10 dicembre il borgo sarà sede di una festa che unirà alla degustazione di prodotti tipici (carne chianina, formaggi, olio), trekking negli oliveti, musica e arte.

Il 10 dicembre chi vuole potrà raggiungere San Quirico e la festa con le carrozze d’epoca del Treno Natura, che raggiungerà San Quirico dopo un percorso nei paesaggi splendidi delle Crete Senesi. Altre informazioni qui. 

Scarica SmanApp

 la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

 

 

 

Rispondi