3 regole d’oro per andare in bici d’inverno

L’autunno sta entrando nel vivo, comincia a fare freddo, spesso piove, è umido e andare in bici può diventare un problema. Vediamo come affrontarlo!

winter_bike_smanapp

Quando il tempo comincia a peggiorare, la tentazione di abbandonare la bici e riprenderla a primavera è umana e fortissima. L’idea di tornare a casa (o peggio, arrivare in ufficio) infreddoliti e fradici, già pronti per un’influenza o come minimo un bel raffreddore, non è certo piacevole. Di contro, la bellezza dell’inverno, la pace dei sentieri silenziosi imbiancati dalla brina del mattino, porta anche argomenti a favore… come fare?

La risposta è semplice: non siamo obbligati a lasciare la bici a casa, anzi! Pedalare d’inverno è sano e divertente, ma per farlo dobbiamo essere preparati ad affrontare freddo, pioggia, vento e neve. Vediamo quali sono le tre, semplici regole da seguire.

1. Prepara la bici

Bastano poche ma essenziali operazioni per dare il “vestito invernale” alla vostra bicicletta. Prima di tutto, naturalmente, pensate ai copertoni invernali.

Poi montate i parafanghi, per evitare che acqua e fango ci finiscano addosso. Utile pensare anche a una soluzione per proteggere il telaio, per esempio spruzzare del silicone spray (che servirà a difendere la vernice da acqua e fango e potrà essere rimosso facilmente in seguito). Se preferite una protezione ancora più forte, esistono in vendita delle sagome in plastica adesiva rimuovibili, che vanno collocate sul telaio. Infine, ultimo accorgimento, per quanto sembri banale e scontato: tieni sempre le luci della bici accese. Il grigio delle giornate invernali, la pioggia, la nebbia, sono tutti fattori di pericolo per i ciclisti, che rischiano concretamente di non essere visti dagli automobilisti.

A proposito di sicurezza: ricordati sempre di attivare SmanApp per segnalare la tua presenza agli altri utenti della strada e permettere loro di rallentare per evitare di coinvolgerti in un incidente!

2. Scegli il giusto abbigliamento

Ora che abbiamo vestito la bici… vestiamo anche noi stessi! Quando fa troppo freddo mani e piedi sono le prime parti del corpo a perdere sensibilità. La prima cosa da fare per proteggerci è quindi pensare sempre a loro. Inoltre, è fondamentale coprire la testa e difendere le articolazioni.

Saranno necessari quindi:

– Berretto: meglio scegliere un copricapo appositamente pensato per resistere al vento. Quelli di lana per esempio, per quanto caldi e tradizionali, sono da sconsigliare: non sono impermeabili, trattengono il sudore e non proteggono dal vento.

– Scarpe adatte alla bici d’inverno, che proteggano dal vento, idrorepellenti – per esempio in goretex, ma nello stesso tempo traspiranti.

– Calze specifiche, alte gino al ginocchio, con punti di compressione specifici di alcune parti di piede e caviglia che aiutano la circolazione. Il materiale? Un equilibrio perfetto tra lana merino e materiali sintetici.

– Guanti invernali: caldi dentro, impermeabili e antivento fuori, in caso di freddo estremo con tanto di sottoguanti in pile. Le mani ci servono. Una mano congelata e insensibile potrebbe non riuscire ad azionare il freno della bicicletta, e non poter frenare di solito è una pessima idea.

– Salopette. Le articolazioni, specie per chi soffre di dolori, sono importantissime e vanno protette dal freddo. Niente pantaloni corti d’inverno! Meglio scegliere una protezione comoda ed elastica.

– Quando facciamo uno sforzo fisico, sia d’estate che d’inverno, ovviamente sudiamo. D’estate il sudore se ne va, lo asciuga l’aria… ma d’inverno impregna i vestiti che stanno a contatto con la pelle. Questo è uno dei principali fattori di malanni invernali: il famoso sudore che si “ghiaccia” addosso. L’unico modo per evitarlo è scegliere capi d’abbigliamento traspiranti, specie per quanto riguarda il vestiario a contatto con la pelle.

3. Appena hai finito torna al caldo

Molti, appena finito la sessione di allenamento, restano un po’ fuori a lavare la bici o a fare stretching. Questo è un comportamente sbagliato: il corpo è stanco per la pedalata e le difese in quel momento sono particolarmente basse. Appena finita l’attività motoria, rifugiatevi al caldo o, meglio ancora, fate subito una doccia.

Se seguirete questi accorgimenti, scoprirete che in realtà andare in bici d’inverno non solo può essere piacevole, ma è anche una protezione per la salute. Pedalare al freddo un’ora al giorno, se dotati della protezione adeguata, tempra il fisico e lo adatta a gestire le basse temperature. Questo, in ultima analisi, ci porta a essere meno vulnerabili a infezioni e malanni stagionali.

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...