12 cose da fare se perdi un volo

Prendere a calci il trolley, aggredire fisicamente l’addetto all’imbarco, fuggire urlando, mettersi a piangere? No. Nessuna di queste è una valida opzione, quando perdi un volo.

aeroporto_smanapp

Comprensibilmente la tua prima reazione sarà poco equilibrata. Diciamo che alcuni minuti di pittoresco turpiloquio sono comprensibili e del tutto accettabili. Ma, dopo aver fatto arrossire tutti i presenti con alcune frasi degne della peggior bettola, fate un lungo respiro e cercate di tornare in voi: ora che si fa? Scopriamolo insieme.

1. Non entrare nel panico.

Agitarsi e farsi prendere dall’ansia non aiuterà minimamente a risolvere la situazione. Le soluzioni si trovano, basta non farsi travolgere. Come dice il saggio, solo alla morte e alle tasse non c’è rimedio…

2. Prima di tutto: lo hai perso davvero?

Ovviamente se arrivi il giorno dopo, rispetto alla partenza prevista, puoi saltare questo punto. Ma se il volo ancora non è partito e tu, per esempio, sei finito nell’aeroporto sbagliato, puoi ancora pensare a un piano B.

Rifletti velocemente: per esempio, un taxi potrebbe risolvere il problema? E quanto ti costerebbe rispetto alla perdita del volo? Valuta tutti questi fattori molto velocemente.

3. Accettazione: il primo passo

Non accanirti. Lo so, finché l’aereo non è partito, l’istinto porta verso la missione impossibile, ma se sei bloccato nel traffico a 100 km dall’aeroporto e il volo parte tra venti minuti, beh, è andata.

Sarà più utile prendere subito in mano la situazione e pensare alle alternative… e in questo senso, ogni minuto è prezioso.

4. Non prendertela con lo staff dell’aeroporto

Una cosa da non fare: perdere tempo litigando con lo staff, magari perché sei arrivato tardi e l’aereo è ancora lì, ma l’imbarco è chiuso.

Le regole sono regole e loro sono lì per lavorare, non per essere offesi mentre fanno esattamente quello che devono.

Oltre a passare da maleducato, stai solo perdendo tempo per far partire il piano B.

Anziché insultarli, ti sarà molto più utile farteli alleati: chiedi quali sono le tue opzioni.

Se hai un biglietto flessibile, basta semplicemente prendere il volo seguente. Se sei gentile e non aggressivo, gli addetti saranno a loro volta più comprensivi e disponibili ad aiutarti a risolvere il problema con il minimo di costi in più.

5. Prova presso il desk della tua compagnia

Anche se è una compagnia low cost, anche se il tuo biglietto non è flessibile, anche se è molto probabile che la risposta sia una risata in faccia… prova comunque a chiedere di cambiare il tuo biglietto per prendere il volo seguente.

Qualche volta, si mormora che rarissimi angeli dell’aeroporto si siano impietositi permettendo il cambio di volo senza alcuna spesa aggiuntiva. Sono casi molto poco frequenti, ma provare è lecito (magari vige la regola delle due ore… che scoprirai al punto 12).

6. Vedila come un’opportunità

Ancora con questa storia del problema che diventa un’opportunità? Non se ne può più, in effetti.

Ma è la verità. Prenotare un volo diverso, restare un giorno in più in una città non prevista, prenotare un hotel, continuare in treno o noleggiare un’auto sono tutti nuovi scenari che possono stimolarti. Dai, in fondo è un’avventura.

Capisco che sia difficile prenderla bene se, per esempio, stavi tornando a casa per assistere alla nascita del tuo ultimogenito, o alla laurea della primogenita, ma, ecco in tutti gli altri casi (lavoro, vacanza etc.) tutto sommato i lati positivi possono emergere.

7. Controlla le partenze

C’è un volo in partenza che arriva non troppo lontano dalla tua destinazione? Può essere una soluzione: magari puoi continuare il percorso in treno. Per dire, se sei in Thailandia e devi tornare in Italia, un volo per Parigi è già un passo avanti.

8. Trova un punto Wi-Fi

La caccia ai piani B passa dal web. Cerca i voli più economici, le soluzioni alternative più vicine e raggiungibili. Guarda cosa offrono gli aeroporti più vicini. Un buon sito? skyscanner.com.

Se non ci sono proprio voli utili, on line potrai trovare tutte le alternative, dal noleggio auto agli autobus ai treni fino a hotel e ristoranti nei dintorni. Ormai lo hai capito, sarà una giornata lunga, tanto vale farla passare nel modo migliore possibile.

9. Pensa laterale

Prendere il primo volo successivo potrebbe non essere la soluzione più economica.

Magari restare una notte in più (comprensiva di spese dell’albergo) potrebbe, alla fin fine, farti risparmiare: non dare niente per scontato.

I voli “del giorno” sono ovviamente i più cari di tutti.. e può darsi che aspettare una notte possa davvero convenire.

10. Rilassati

Non ha sensa restare imbronciato tutto il giorno. Quello che è fatto è fatto. Hai in mano il tuo nuovo biglietto e sei in una poltrona con vista sugli schermi delle partenze?

Ora puoi anche dedicarti a un buon libro, alle parole crociate, a un videogame o in generale a qualunque cosa che non sia rimuginare sull’errore commesso… o che ti possa far perdere anche il secondo volo!

11. Cerca di riprendere le spese

Se l’errore è tuo, c’è poco da fare, tocca farsene una ragione… ma in caso di disagi non dipendenti dalla tua volontà, è possibile che tu possa avere un rimborso almeno parziale. Magari il treno è arrivato in ritardo e ti ha fatto perdere la coincidenza, per dire. Tornato a casa, informati.

12. La regola delle due ore

In alcuni aeroporti vige questa regola assai piacevole. Ho scoperto per esempio che compagnie come la US Airways e la Southwest la applicano, ma ignoro se altre lo facciano. Vale comunque la pena chiedere.

Funziona così: se a causa di problemi non dipesi dalla tua volontà (per esempio un tamponamento a catena sulla via dell’aeroporto…) hai perso il volo ma sei arrivato all’imbarco entro le due ore dall’ora di partenza, l’impiegato potrà farti salire a bordo del volo successivo della stessa linea aerea senza nessuna spesa in più, sempre che ci sia posto.

In Italia non ne avevo mai sentito parlare, ma anche in questo caso, beh, chiedere è lecito. Magari fingendo che questa prassi sia normale e consolidata ovunque e fingendosi stupito del fatto che l’addetto non ne sappia niente…

Link qui per la fonte inglese di questo articolo.

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

 

 

2 pensieri riguardo “12 cose da fare se perdi un volo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...