Le migliori e le peggiori città europee per chi ama andare in bici

Se nelle metropoli italiane molto si sta facendo ma molto rimane ancora da fare, in tante altre città circolare in bici è da anni un’abitudine consolidata. Scopriamo le città più bike-friendly d’Europa… e, già che ci siamo, anche le peggiori!

amsterdam-smanapp

IL MEGLIO…

1. Copenhagen

In vetta a tutte le classifiche, la capitale della Danimarca è un paradiso per i ciclisti. A dir la verità, se non fosse per il clima freddo sarebbe un paradiso tout-court, considerando gli altissimi standard di vita e di servizi. Un terzo degli abitanti usano regolarmente la bicicletta, percorrendo in media un milione e duecentomila chilometri l’anno. Basti dire che ci sono più bici che residenti!

2. Amsterdam

La “Venezia del Nord”, così chiamata per i molti canali, a differenza della sua omologa italiana (dove andare in bicicletta tra calli e campielli è, comprensibilmente, vietato) è un luogo perfetto per gli amanti della bici. Le piste ciclabili che coprono praticamente tutti i percorsi cittadini possibili hanno permesso di realizzare un record invidiabile: il 40% degli spostamenti qui avvengono sulle due ruote.

3. Strasburgo

Il capoluogo alsaziano si distingue su tutte le altre città francesi per la sua natura bike-friendly. In questa antica e amichevole città, non tanto battuta dal turismo di massa ma piena di attrazioni e monumenti, la bici è senz’altro il modo più veloce per spostarsi, soprattutto grazie alle infrastrutture e alle piste ciclabili diffuse e funzionali.

4. Nantes

Ancora una città francese. Nel 2015 ha ospitato la conferenza globale sull’uso urbano della bicicletta “Velo-city”. La particolarità di Nantes è aver pensato in maniera specifica alla creazione di ambienti dove sia i bambini che gli anziani possono godersi la due ruote in totale sicurezza.

5. Barcellona

La diffusione enorme del bike sharing e la presenza di oltre 100 stazioni apposite dove prendere e lasciare la due ruote hanno portato questa città (al momento protagonista delle cronache soprattutto per la questione dell’indipendenza della Catalogna) in testa a tutte le classifiche mondiali di diffusione della bici urbana.

… E IL PEGGIO

Per finire, una rapida rassegna delle peggiori mete in Europa per andare in bici. Abbiamo deciso per una volta di sorvolare sulle non eccellenti statistiche italiane, a parte il caso-limite di Venezia che abbiamo citato più sopra, dovuto alla struttura stessa della città.

Dal punto di vista del traffico intenso, l’incubo di ogni ciclista, a città notoriamente congestionate come Atene si affiancano, un po’ a sorpresa, un paio di grandi metropoli tedesche come Amburgo e Colonia.

La Germania, di solito all’avanguardia dal punto di vista ambientale, in questo caso è riuscita a piazzare solo Berlino nella lista delle 10 città più sicure per i ciclisti, mentre ben due delle sue metropoli fanno parte della “black list”.

Infine, combinando tutti i parametri di sicurezza, presenza di infrastrutture e stile di guida locale, ecco il peggior posto per andare in bicicletta in tutta Europa: si tratta di Malta. Pare che molti turisti che noleggiano biciclette in questa peraltro magnifica isola tornino dopo pochi minuti per restituirla, terrorizzati…

Quando siete in bici ricordatevi sempre di attivare SmanApp, in modo da poter segnalare la vostra presenza in strada agli automobilisti. Perché la sicurezza, quando viaggi su due ruote, è tutto!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...