5 mete da sogno per chi ama il mare d’inverno

“Il mare d’inverno è un concetto che il pensiero non considera… è poco moderno, è qualcosa che nessuno mai desidera” (Enrico Ruggeri)

trani_smanapp

Amate il mare ma non la sabbia rovente, i bagnanti schiamazzanti, la folla in infradito? Vi piace immergervi in quella dolce malinconia che vi può regalare solo il rumore delle onde che s’infrangono sugli scogli, mentre il vento di febbraio spazza via i pensieri?

Per inguaribili romantici, per misantropi incalliti, per chi adora il mare nella sua più pura essenza, finalmente privo degli orpelli da “divertimentificio” che agosto gl’impone, ecco 5 mete memorabili da visitare. Quattro in Italia, una… poco lontano, sulla costa francese, che ci ha rubato il cuore e costretto a un’eccezione rispetto alla nostra Penisola.

Portovenere

Un maestro di stile e romanticismo come Lord Byron ne fece la sua destinazione prediletta, e non è un caso. Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco dal 1997, questo gioiello della Liguria se la gioca con le Cinque Terre per fascino anche d’estate, ma d’inverno vince su tutti.

La Chiesa gotica di San Pietro, arroccata sulla roccia, e la vicina terrazza con splendide bifore affacciate sul mare, sembrano nate per struggersi l’animo ammirando le onde in tempesta.

2. Castiglioncello

Un tempo era meta VIP, terra di relax per celebri attori come Sordi e Mastroianni, popolata di politici, registi e cercatori di fortuna. Erano gli anni della “villeggiatura”, e l’Italia degli anni ’60 e ’70 poteva ammirare i suoi miti cinematografici mentre sorseggiavano un “cordiale” in pineta…

Castiglioncello, in provincia di Livorno è ancora una meta “di prestigio” in estate, ma la folla variopinta le toglie il fascino da grande decaduta che invece, d’inverno, può sfoggiare con tutto il suo charme.

La passeggiata sul lungomare Alberto Sordi (per l’appunto) fino a punta Righini merita il viaggio.

3. Trani

Un’enorme cattedrale bianca (nella foto), risplendente di quel marmo particolare che viene proprio da queste parti (la pietra di Trani), si appoggia sul mare, sembra caderci dentro.

Trani, perla dell’Adriatico, ricca di chiese e palazzi gloriosi, sfida altre splendide città pugliesi come Otranto, Gallipoli, Ostuni. Se d’estate la sfida può essere dura, a mio parere d’inverno conquista la palma del romanticismo.

4. Grado

Franco Battiato canta “Ho fatto scalo a Grado la domenica di Pasqua”. Noi vi proponiamo di andarci ancora prima, magari proprio a Febbraio. Borgo di pescatori incastrato tra la foce dell’Isonzo e il mare Adriatico, è un centro antichissimo che risente dell’influenza di Venezia.

Calli e piazzette spuntano nella laguna, punteggiate da monumenti straordinari come la Basilica di Sant’Eufemia, il Battistero e la Basilica di Santa Maria delle Grazie. La cucina di pesce e le classiche ricette venete renderanno ancor più piacevole il vostro soggiorno fuori stagione.

5. Saint Marie de la Mer

A poca distanza dall’Italia c’è un territorio molto speciale. Si trova in Provenza, ma non sembra nemmeno appartenere al pianeta Terra. Si tratta della Camargue, il più grande delta fluviale dell’Europa occidentale, un territorio selvaggio, totalmente circondato dalle acque.

Stagni d’acqua salata, saline, paludi, formano un paesaggio unico, dichiarato da tempo Parco Naturale e popolato da una fauna rigorosamente protetta. L’immagine di stormi di fenicotteri rosa in volo su grandi specchi d’acqua è la cartolina più classica di questo luogo magico.

La città principale della Camargue è Saint Marie de La Mer, antica fortezza dedicata al dio egizio Ra, terra di leggende gitane, luogo di approdo dei primi cristiani perseguitati in Terra Santa, Saint Marie de La Mer ha tutti i crismi del luogo magico.

Ad agosto è assediata da zanzare e torme di turisti e perde molto del suo fascino misterioso e mediterraneo. Ce ne siamo innamorati d’inverno, e per questo ve la consigliamo qui, ma forse il suo apice è l’inizio della primavera, con quella luce calda e cangiante che ha ispirato tanti pittori francesi.

Se decidete di visitare una di queste perle del mare andando in auto, ricordatevi di attivare SmanApp , in modo da poter ricevere segnalazioni della presenza di gruppi di runner, ciclisti, lavori in corso, incidenti, disabili e altri pericoli generici sul vostro percorso. Viaggiare d’inverno è bello, ma farlo in sicurezza con SmanApp è meglio!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...