Bike Sharing a flusso libero: i pro e i contro

Bike sharing a flusso libero: una rivoluzione nella mobilità urbana che sta cambiando le abitudini dei cittadini. Vediamo i pro e i contro di questo cambiamento epocale.

bici_share_smanapp

Recentemente anche in Italia varie compagnie di bike sharing hanno introdotto la modalità “a flusso libero”, che prevede la possibilità di usufruire di biciclette senza necessariamente doverle prendere e riportare in punti di raccolta predefiniti. In pratica, scaricando l’app della compagnia, è possibile sapere dove si trova la bici più vicina a noi, là dove è stata lasciata dall’ultimo utente.

A questo punto è sufficiente utilizzare la app per sbloccare la bici ed effettuare il pagamento, per poi lasciarla parcheggiata nel nostro punto di destinazione.

L’innegabile comodità e praticità di questa soluzione l’ha resa estremamente popolare. Nello stesso tempo si sono verificate varie criticità legate al rischio di abbandono della bici in luoghi dove può creare intralcio, o addirittura a frequenti vandalismi e furti del mezzo.

Vediamo insieme i pro e i contro di questa nuova rivoluzione del trasporto urbano.

Pro: impatto ambientale

I sistemi di condivisione a flusso libero incoraggiano gli utenti a usare la bici anziché auto e mezzi pubblici, specie per brevi tragitti nel centro storico delle grandi città. Una scelta che alleggerisce il traffico e diminuisce l’inquinamento.

Contro: uso del casco

Chiedere a chi non possiede una bici di comprare un casco è più difficile. I sistemi di bike sharing raccomandano l’uso del casco pur non prendendosi, ovviamente,  responsabilità in merito, ma ancora non basta, visto che viaggiare in bici senza protezioni è molto pericoloso.

Pro: convenienza

I sistemi di bike sharing sono molto convenienti dal punto di vista economico, sia per la poca spesa richiesta che per la possibilità di fruire di biciclette senza doverle comprare né sobbarcarsi alcun costo di manutenzione. Inoltre, per i brevi tragitti, la scelta di una bici condivisa è economica rispetto ad autobus e, naturalmente, taxi.

Contro: rischio vandalismo e abbandoni casuali

In questo momento è forse il punto più negativo, almeno in Italia (ma non solo, visto che anche in altri paesi come Francia e Belgio le compagnie di bike sharing hanno segnalato il problema come grave).

Da quelli che si portano la bici a casa per poterla riprendere il giorno dopo, inceppando lo spirito del servizio, a chi getta la bici dove capita, lasciandola in mezzo a un marciapiede a creare intralcio (ma talvolta anche gettata dentro cantieri, fiumi e canali…), a chi la danneggia senza altra ragione se non pura incuria o vandalismo, il senso civico di parte della popolazione sembra ancora non del tutto pronto a questa novità.

Pro: benefici per la salute

Per chi non ha molto tempo per andare in palestra, l’attività fisica anche minima offerta dall’utilizzo delle bici condivise è un modo per rafforzare il corpo, la respirazione e la circolazione spendendo pochissimo e vincendo la noia.

Contro: guidatori della domenica

Il bike sharing ha dato meritoriamente una grande motivazione a tante persone che magari non salivano su una bici da anni. Questo effetto positivo ne ha uno negativo: la presenza in strada di moltissimi ciclisti inesperti e poco avvezzi alla guida.

Pro: popolarità

Questa nuova pratica ha definitivamente “sdoganato” la bicicletta anche in Italia, dove fino a poco tempo fa le statistiche sull’uso della due ruote erano decisamente più basse del resto d’Europa. Lo sono ancora, ma la situazione sta migliorando. Ovviamente, per rendere “di massa” l’utilizzo della bici è necessario uno sforzo assai maggiore sul fronte della realizzazione di sempre più piste ciclabili urbane, in centro come in periferia.

Pro: sicurezza

Un grande disincentivo all’uso della bicicletta, specie nei grandi centri urbani, è la quantità impressionante di furti. Per esperienza anche personale, lasciare parcheggiata una bici non troppo malandata e non ritrovarla più è spesso più una regola che un’eccezione. Il bike sharing risolve definitivamente questo problema.

Contro: comodità sulla lunga distanza

Le bici concepite per il bike-sharing sono meno comode di quelle pensate per lunghi percorsi. Perfette per spostarsi da A a B nei centri urbani, sulla lunga distanza presentano vari elementi di disagio. Va però tenuto conto che l’idea stessa di bike sharing non ne prevede l’utilizzo per percorsi particolarmente lunghi, concentrandosi soprattutto sul trasporto urbano.

Pro: mauntenzione

Le bici a noleggio sono pensate per la guida in città. La manutenzione costante per quanto riguarda gomme, freni e luci le rende in media molto sicure e affidabili, specie considerando che i privati spesso trascurano questo aspetto.

Contro: costo sulla lunga distanza

Il costo della bici a noleggio tende a crescere velocemente, specie se le usi oltre 30 minuti. Ovviamente, per gli utilizzatori frequenti che percorrono distanze rilevanti, possedere il proprio mezzo resta l’opzione più conveniente.

Se pensate che abbiamo dimenticato qualche pro o contro del bike sharing a flusso libero, segnalatecelo! Dal nostro punto di vista, i vantaggi superano di gran lunga gli svantaggi, e ci auguriamo che questa autentica rivoluzione prosegua, migliorando e risolvendo i problemi ancora esistenti: la bicicletta è il futuro, di questo siamo convinti!

Quando usufruite di un servizio di bike sharing, ricordatevi di utilizzare SmanApp per segnalare la vostra presenza in strada agli altri utenti, in particolare agli automobilisti, in modo da permettere loro di essere consapevoli della vostra presenza, in modo da rallentare ed evitare incidenti. Andare in bici in città è bello, ma con SmanApp (ormai lo sapete!) è meglio!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

2 pensieri riguardo “Bike Sharing a flusso libero: i pro e i contro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...