I 10 motivi per cui tante persone odiano il proprio lavoro

Odiare quello che facciamo ogni giorno è un gran male, sia per chi vive questa condizione, sia per le aziende che si trovano con dipendenti infelici. Cerchiamo di capire come mai accade così spesso.

Progetto senza titolo (27)

Oggi vi proponiamo una libera traduzione di un articolo che ci è piaciuto molto, tratto dal sito lifehack.org. Ecco il link della versione in inglese. Buona lettura!

“Oh, anche tu odi il tuo lavoro? Perché non l’hai detto prima? Siamo in tantissimi: c’è qui pronto un gruppo di supporto. Benvenuto nel club di quelli che si lamentano sempre! Dicci, dicci…”

Sembra una riunione degli alcolisti anonimi, vero? Ora, non sappiamo se esistano dei gruppi di ascolto del genere, ma sicuramente è un dato di fatto che tante persone non amino il proprio lavoro.

In realtà vorresti amare il tuo lavoro. Anzi, è la cosa che desidereresti di più. Ma il tuo lavoro lo rende semplicemente impossibile. E quindi devi sfogarti con qualcuno per sopravvivere, un po’ come quando vieni insultato nel traffico o ti imbatti in un maleducato in un negozio.

La differenza è che queste sono situazioni effimere, mentre sul posto di lavoro devi tornarci ogni giorno.

Magari ti senti come se non ci fosse altra scelta. Del resto, tutti intorno a te sembrano avere lo stesso problema, quindi inizia a sembrarti normale, anche se non è così. In effetti, potresti arrivare a pensare che il tuo lavoro ti stia uccidendo… e potresti avere ragione!

Purtroppo, anche essere in tanti a soffrire dello stesso problema è una consolazione che aiuta poco. “Mal comune mezzo gaudio”, dicevano gli antichi, ma in questo caso si sbagliavano. Mal comune è, semplicemente, un male molto diffuso.

Ma perché sta succedendo tutto questo? Perché tutti sembrano odiare il proprio lavoro? Siamo semplicemente tutti dei pigri fannulloni? No. Ci sono altre forze in gioco. Vediamole.

Non ti è permesso essere creativo.

Il tuo lavoro ha certi requisiti burocratici che devi rispettare. Certo, ci sono momenti in cui le regole e gli standard funzionano.

Ma ci sono anche momenti in cui nuovi modi di pensare migliorerebbero enormemente le cose. Il problema è che nel tuo lavoro, nessuno sembra sapere la differenza. Lavori con droni senza cervello che seguono un protocollo anche se non ha senso.

Obiezione: hai mai provato a proporre soluzioni diverse?

Nessuno ti ascolta.

Sei il primo ad ammettere che non hai sempre ragione. Ma a volte ce l’hai, e se qualcuno ti ascoltasse, lo saprebbero. Sarebbe bello se tu, almeno ogni tanto, non fossi invisibile.

Obiezione: sicuro che non ci sia qualcosa di sbagliato nel modo in cui cerchi di farti sentire? Magari sei troppo timido, o sembri presuntuoso. Ci sono modi per farsi ascoltare, dando l’impressione di una tranquilla sicurezza di sè.

Non ti piacciono le persone.

Sei una persona con cui è abbastanza facile andare d’accordo. Ma le persone con cui lavori sono davvero terribili. È difficile capire come sia stato possibile mettere insieme così tanti esseri umani così spiacevoli nello stesso ufficio.

Inutile dire che la tua personalità non si adatta all’ambiente e che ti piacerebbe trovare un lavoro con persone che la pensano in modo più simile a te.

Obiezione: magari il problema sei tu. Magari non è così facile come credi andare d’accordo con te. Prova a essere più gentile, a sorridere, a salutare ogni mattina…

Non ti piace il tuo capo.

Non capisci come il tuo capo possa aver ottenuto quel lavoro. Ti sembra il diavolo in persona, quando prende delle decisioni sono azzeccate come quelle del capitano del Titanic, e non gli affideresti nemmeno un ruolo di amministratore di condominio.

Vorresti strangolarlo, ma ovviamente non puoi. La galera non è una grande alternativa all’ufficio…

Obiezione: prova a capire che tipo di persona sia il tuo capo, quali sono i suoi interessi, le sue passioni. Magari non ti piace perché anche lui si sente a disagio con te. L’empatia è sempre un aiuto…

Fai un lavoro noioso

“Vi ho mai spiegato in cosa consiste il mio lavoro? Allora, il compito che svolgo ogni giorno è… zzzzzzzzzzzzzzzzzz”.

Se tu stesso ti addormenti solo a pensarci, in effetti vuol dire che non si tratta di niente di eccitante. Forse dovresti guardarti intorno, anziché languire in un luogo così tedioso.

Obiezione: ci sono tanti modi per rendere più interessante la giornata, idee per farla passare meglio. Hai mai provato? Certo, dopo tanti anni è dura. Resta il piano B: anziché lamentarti, cerca qualcos’altro!

Il tuo orario non è flessibile.

Dimentica le partite di calcio di tuo figlio. Sei fortunato ad essere arrivato all’ospedale in tempo per vederlo nascere! Ok, magari il tuo lavoro non è poi così male ma, accidenti, è possibile che la mia vita debba essere così penalizzata? Avete mai sentito parlare di equilibrio tra lavoro e vita privata?

Obiezione: ogni lavoro ha i suoi pro e i suoi contro. Un orario fisso ovviamente limita la tua vita, ma una flessibilità eccessiva magari non fa per te.

Cerca di scoprire qual è il tuo ritmo ideale, e cerca un lavoro che gli somigli. Impiegato, freelance, lavoratore autonomo. Hai bisogno di molte regole e orari fissi? Preferisci gestire il tuo tempo come vuoi? Sono scelte diverse, entrambe legittime.

Non fai la differenza.

Alla fine di una lunga giornata di lavoro, ti senti come se quello che hai fatto fosse del tutto irrilevante. Questa sensazione rende difficile aver voglia di alzarsi il giorno dopo e ricominciare tutto da capo.

Obiezione: purtroppo tanti lavori danno proprio la sensazione di essere un piccolo ingranaggio poco rilevante. Ma del resto, non tutti possono salvare vite umane o evitare guerre.

Chiediti, ancora una volta, come vorresti che fosse la tua vita: in molti, per esempio, preferiscono non avere responsabilità così pesanti da non farli dormire la notte.

Non valorizza ai tuoi veri talenti

Hai mai avuto la sensazione che, se vestissi come te un estraneo preso a caso per strada e lo mandassi a fare il tuo lavoro, nessuno se ne accorgerebbe?

Obiezione: se ti senti completamente intercambiabile, probabilmente lo sei… e magari il tuo lavoro non fa venire fuori le tue potenzialità e unicità. Cerca di sapere molto bene quali sono queste caratteristiche che ti rendono unico, e cerca un lavoro che le valorizzi!

È fuori dalla tua zona di comfort

Ti sembra di non essere né bravo né preparato nel tuo lavoro. Hai sempre la sensazione che avevi quando ti interrogavano e non avevi studiato. Quel peso sullo stomaco. Pensi di essere un bluff che prima o poi verrà scoperto: tu in realtà non sai fare niente, dovresti essere buttato fuori a calci.

Obiezione: ok, hai l’autostima un po’ bassa, mi pare. Forse uno psicologo potrebbe aiutarti. In alternativa, pensa: magari stai così non perché sei un incapace, ma perché quel particolare lavoro non fa per te. Lamentarsi è inutile: cerca di capire cosa ti riesce meglio, e lavora per renderla il tuo futuro.

Non ti piace la compagnia o le sue politiche.

Forse non ti piace ciò che rappresenta la tua azienda o come funziona. Forse ti sentiresti più a tuo agio in un’azienda più piccola o in un posto che ha politiche più flessibili o favorevoli alla famiglia.

Se i valori della tua azienda e i tuoi non sono allineati, potresti sentirti come un traditore delle tue idee personali, politiche o etiche. Magari la tua azienda inquina l’oceano, o produce sostanze pericolose, o peggio.

Obiezione: cambia lavoro. Velocemente. Quando ti guardi allo specchio non puoi sentirti un nemico di te stesso.

In conclusione

Se ti sei trovato d’accordo con uno o più punti di questa lista, sappi che non sei solo. Questo è male. Non solo per te, per tutti. L’insoddisfazione pesa moltissimo in termini di costi economici e perdita di produttività.

Per fortuna ci sono delle buone notizie. Anche se alla maggior parte delle persone non piace il proprio lavoro, tu non devi essere necessariamente uno di loro. Prendi in considerazione la possibilità di smettere di lamentarti, e cambiare le cose!

Ora che conosci le 10 cose che ti fanno odiare il tuo lavoro, puoi cercare di agire per risolverle… o  trovare qualcosa di meglio!

Conosci qualcuno che odia il suo lavoro? Immagino di sì: condividi subito questo post con loro!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...