Sicurezza stradale: pernottare in camper, qualche consiglio

Dormire in camper è un grande piacere, ma per poterlo vivere pienamente è necessaria un po’ di prudenza e di attenzione. Ecco qualche consiglio di base per una vacanza senza preoccupazioni.

camper smanapp

Per gli appassionati di vacanze in camper, uno dei principali problemi da risolvere è dove pernottare. Naturalmente la risposta più semplice è usufruire delle strutture attrezzate, come camping o aree apposite.

Questa soluzione presenta alcuni problemi: prima di tutto, si paga. Secondo, limita un po’ la libertà d’azione che la scelta stessa del viaggio in camper prevede.

La sosta libera, insomma, è una soluzione a costo zero e ricca di fascino… ma prevede una serie di accorgimenti (che abbiamo ricavato da un sito di riferimento degli appassionati, vivereincamper.com) per poterla vivere in sicurezza e serenità. Vediamoli.

1. Sistemi di protezione antifurto

Fidarsi è bello, ma non conviene. Il camper è una soluzione magnifica, ma anche più esposta di altre al rischio di furti. Per questo, è bene pensare a più precauzioni da attuare contemporaneamente.

Un antifurto, prima di tutto. Ma anche una catena con lucchetto per legare tra loro gli sportelli del posto di guida. Questo renderà inutile l’eventuale forzatura delle serrature.

Si consiglia, inoltre, di mettere una serratura nella parte interna delle porte, e se possibile una griglia metallica (magari rimuovibile dall’interno, per non dover vedere il paesaggio… a scacchi) alle finestre.

2. Accorgimenti anti-aggressione

Lungi da noi il volervi mettere ansia, ma dormire in zone isolate impone alcune regole di buonsenso. Prima di tutto, dormire con il cellulare acceso vicino al letto.

Secondo, non sostare dove non c’è segnale. Terzo, procurarsi uno spray antiaggressione e tenere anch’esso a portata di mano durante la notte… sperando di non doverlo mai usare. Sceglietene uno regolarmente omologato, ne esistono molti in commercio.

3. Precauzioni contro le fughe di gas

Per evitare pericolosi imprevisti, è opportuno che il camper sia dotato di un dispositivo che possa rilevare fughe di gas o di monossido di carbonio. Una scelta che può salvarvi la vita e che, in più, ha il pregio di segnalare anche eventuali tentativi di furto operati utilizzando etere e simili, spruzzati nel camper allo scopo di narcotizzare gli occupanti.

4. Evitare la sosta in autostrada

Niente autogrill e piazzole di sosta: la maggior parte dei furti avvengono propri in questi luoghi.

5. Scegliere luoghi illuminati e non isolati

Il posto è importante. Sempre meglio optare per uno spazio sicuro e ben illuminato, evitando magari zone che, a sensazione, possono sembrarvi mal frequentate. Seguire l’istinto è sempre una buona idea.

6. Chiudere le tendine

Un computer o altri oggetti di valore visibili attraverso i finestrini possono essere una tentazione: meglio fare in modo che nessuno possa sbirciare dentro il camper durante la notte. Per la stessa ragione, non tenete nulla di valore in cabina.

7. Prevedere una via di fuga

Non incastratevi in un posto in cui siano necessarie manovre complesse per poter uscire. Sempre meglio poter ripartire velocemente in caso di pericolo!

8. Cercate le aree gratuite per camperisti

www.camperonline.it, www.camperlife.it o www.camperweb.it sono tre siti che pubblicano liste aggiornate di aree di sosta. Molte sono gratis e permettono il rifornimento d’acqua e lo scarico dei serbatoi. Acquistate anche una guida aggiornata delle aree, in modo da cavarvela anche in luoghi dove non avete a disposizione una connessione Internet.

9. Informatevi sulle legislazioni dei vari paesi.

Non esiste una regolamentazione comune sulla possibilità di pernottamento libero in Ue. Si passa da paesi con una tradizione tollerante, come Francia e Germania, molto attrezzate e piuttosto sicure. a realtà decisamente meno “camper friendly” come Inghilterra e Austria.

10. Aree a rischio

Al di là delle legislazioni dei vari paesi, è bene tenere conto anche dei rischi: alcune aree sono ovviamente più pericolose di altre. Attenzione, in particolare, alle periferie delle grandi aree urbane e alle zone più turistiche.

In generale, sarà sempre utile cercare on line e informarsi nei forum degli appassionati per sapere come comportarsi nei vari luoghi che vogliamo esplorare.

Articolo di riferimento qui

Anche quando viaggiate in camper, ricordatevi di attivare SmanApp, per avere utili indicazioni sulla presenza di gruppi di runner, ciclisti, lavori in corso, animali in strada o altri pericoli generici sul vostro percorso. Perché viaggiare in camper è bellissimo, ma con SmanApp è meglio!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...