8 abitudini sbagliate di cui non ci rendiamo conto

Molte delle scelte che facciamo ogni giorno sul lavoro sono quasi automatiche… e spesso non sono particolarmente sagge: per evitarle è sufficiente pensare a cosa stiamo facendo… e smettere di farlo.

ufficio smanapp non fare.png

Spesso le scelte sbagliate non dipendono da una decisione meditata, al contrario nascono da comportamenti su cui non riflettiamo abbastanza. Vediamone alcuni.

1. Sbrigare prima il lavoro più facile

Sembra una buona idea, ma non lo è. Sarebbe molto meglio cominciare subito con il lavoro più difficile e sgradito.

Una bella espressione inglese per definire questa modalità è “eating the frog”. Nasce da  una citazione attribuita a Mark Twain: “Mangia una rana viva di prima mattina e niente di peggio potrà accaderti nel resto del giorno”. Metafora nauseante quanto efficace.

Fare prima di tutto ciò che ci piace meno è una strategia valida anche per altri motivi: di solito le energie via via diminuiscono durante la giornata, quindi il rischio è arrivare scarichi a occuparci del lavoro più complesso.

2. Controllare compulsivamente le mail

Il multitasking viene spesso incentivato. Si pensa che aumenti la produttività. In realtà il modo migliore di lavorare rimane quello di sempre: fare una cosa alla volta.

Per riuscirci, cominciamo silenziando il telefono, in modo da non ricevere segnalazioni di mail, messaggi o altro mentre lavoriamo.

Stabiliamo un momento preciso per fare il nostro check e rispondere alle mail, senza saltare qua e là tra le mille finestre aperte del computer.

3. Tenere il cellulare sulla scrivania

Impostare il vostro smartphone sulla funzione “vibrazione” non basta. In realtà, non basta nemmeno spegnerlo.

Secondo recenti studi la mera presenza sul tavolo del vostro telefono (anche spento) può peggiorare la vostra performance lavorativa, influenzandola negativamente.

Sembra, insomma, che anche solo vederlo ci faccia deconcentrare. Sarà vero?

4. Stare a sedere tutto il giorno

I lavori d’ufficio non sono così adatti all’attività fisica, ce ne rendiamo conto.

Ma fare una passeggiatina di qualche minuto (anche intorno alla scrivania) più volte al giorno migliorerà la vostra salute generale.

Secondo una ricerca citata dal New York Times basta un’attività fisica complessiva di un’ora al giorno per allungare le aspettative di vita.

5. Stare per ore davanti allo schermo

Tu e il tuo computer. Occhi negli occhi per ore. Inevitabilmente, lo sforzo per la vista porta a conseguenze spiacevoli, come visione sfocata, irritazione, lacrimazione eccessiva.

Una regola consigliata è staccare l’attenzione dallo schermo per almeno 20 secondi ogni venti minuti, guardando qualcosa di diverso e piacevole (per esempio fuori dalla finestra). No, non vale passare dal computer al cellulare. Anzi, è peggio.

6. Non prendere pause prima del tardo pomeriggio

Uno studio americano del 2015 dimostra che far passare troppo tempo prima di fare una pausa la rende meno utile.

Le pause servono a ricaricare l’energia, aumentare la concentrazione e motivare il lavoratore.

Si sconsiglia vivamente di usare il break per tuffarsi nei social media: sembra non sia una buona idea, poiché impedisce di liberare la mente per qualche minuto.

7. Ascoltare musica sul lavoro

Nel 2015 il neuroscienziato e musicista Daniel Levitin ha fatto notare che in generale le performance di tipo intellettuale, come leggere e scrivere, soffrono in modo considerevole quando ascoltiamo la musica.

Al contrario, è consigliata e, anzi, raccomandata per migliorare la prestazione se stiamo svolgendo lavori ripetitivi e monotoni.

Il consiglio di Levitin è di ascoltare musica per 10/15 minuti prima di cominciare a lavorare, in modo da entrare in un mood piacevole e rilassato.

Ci limitiamo a riportare questo dato per come è, ma non siamo granché d’accordo. Per esempio, siamo convinti che nei lavori più creativi, al contrario, la musica possa ispirare soluzioni e idee innovative.

 

 

8. Stare alzati fino a tardi

Ha un bel nome, in inglese, questa pessima abitudine: “bedtime procrastination”. Significa andare a dormire sempre più tardi senza una particolare ragione, ma solo perché vi siete incantati per ore a scrutare nelle profondità del vostro smartphone o di fronte a un insulso programma televisivo.

Questo comportamento, oltre che poco saggio (specie se la mattina dopo vi dovete svegliare presto) può essere anche pericoloso. Dormire poco fa malissimo.

Insomma, per farla breve, spegnete la televisione e andate a letto. Il giorno dopo (e gli anni successivi) ringrazierete voi stessi per aver preso questa decisione.

Per consultare l’articolo (in lingua inglese) a cui ci siamo liberamente  ispirati, cliccate qui

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

Un pensiero riguardo “8 abitudini sbagliate di cui non ci rendiamo conto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...