Protezione solare e running: 8 cose da sapere

Un pomeriggio di running sulla spiaggia o in pineta? Ottima idea, ma… occhio al sole! Qualche consiglio utile per affrontare senza paura gli allenamenti estivi.

running sun smanapp

L’esposizione eccessiva ai raggi UV è un fattore di rischio importante per malattie anche gravi, come il melanoma e altri tipi di cancro della pelle.

Chi, come i runner, pratica frequentemente attività fisica all’aperto dovrebbe tenerne conto e utilizzare una protezione solare adeguata.

1. I raggi UV colpiscono anche all’ombra

Correre in un parco, all’ombra dei pini, non serve a bloccare i raggi ultravioletti. Anche in questo caso, proteggerti è importante. Utilizza sempre qualcosa per coprire la testa.

2. Proteggiti nel modo giusto

La crema va spalmata in modo omogeneo sulla pelle asciutta 20-30 minuti prima dell’allenamento. In caso di esposizione diretta al sole va applicata nuovamente ogni due ore.

3. A prova d’acqua!

Accertati che la protezione sia waterproof. Nonostante questo, però, se ti asciughi, stai in acqua a lungo o sudi intensamente applicala nuovamente ogni 45 minuti.

4. Scegli il giusto SPF

L’SPF è il fattore di protezione. Un indicatore che va da 6 a 50+ che va dalle pelli più chiare alle più scure. In generale non usare una protezione inferiore a 15.

Chi si allena spesso dovrebbe scegliere un minimo di 30. Se ha la pelle molto chiara, la scelta dovrebbe andare sul 50+.

Per fare la scelta migliore tieni conto di questi fattori, che influenzano la tua sensibilità ai raggi solari:

  • fototipo (in particolare se hai lentiggini o capelli biondi/rossi);
  • orari (i momenti peggiori sono dalle 10 alle 16);
  • altitudine (più si sale, più l’esposizione ai raggi solari aumenta);
  • latitudine (aumenta all’avvicinarsi dell’equatore);
  • età (bambini e anziani sono più sensibili);
  • presenza di sabbia, neve, ghiaccio e acqua (creano un effetto riflettente detto “radiazione riflessa” che aumenta la ricezione dei raggi);
  • farmaci fotosensibilizzanti;
  • tipo di attività (chi sta molto all’aria aperta è ovviamente più a rischio).

5. Idràtati!

Per evitare colpi di sole e malori, ricordati che l’acqua è la tua migliore amica.

Bevi prima, durante e dopo l’allenamento e, se necessario bagna testa, collo e articolazioni.

6. Occhio al prodotto!

Per valutare la qualità di una protezione solare, devi considerare alcuni fattori.

Una crema solare dev’essere: fotostabile (la luce non deve modificarla), non tossica, sicura, anallergica, resistente all’acqua, al sudore, facile da applicare e piacevole sulla pelle.

Inoltre, tieni conto della data di scadenza, dell’eventuale presenza di infiltrazioni di sabbia all’interno e dell’indice PAO, cioè il periodo sicuro a partire dall’apertura.

7. Fai controlli periodici

Il controllo dei nei, specie se fai molta attività all’aperto, andrebbe fatto almeno una volta ogni sei mesi, massimo un anno. Sarebbe meglio se possibile, farlo ogni mese.

8. Attento agli orari!

Ti ricordi quando al mare i nostri genitori ci facevano fare la “pennichella” dopo pranzo? Avevano una buona ragione: evitare il momento di maggior potenza dei raggi solari, che va dalle 10 alle 16. Anche se oramai siamo adulti, è buona regola evitare quella fascia oraria.

Sole, ombra, pioggia o vento, quando vai a correre attiva la tua sessione su SmanApp, in modo da segnalare la tua presenza in strada agli automobilisti, dandogli così il tempo di rallentare ed evitare pericolose distrazioni. Correre è bello, con SmanApp è meglio!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

 

 

 

 

Fonti di riferimento: Gazzetta.it, My-personaltrainer.itVanityfair.it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...