Weekend low cost: un fine settimana d’autunno a Bordeaux

L’autunno è il periodo migliore per visitare Bordeaux, anche grazie ai molti voli a basso costo dall’Italia: cucina e vini strepitosi, un delizioso centro storico e… la duna di sabbia più alta d’Europa. 

Foto di Guillaume Flandre su Unsplash

Patrimonio dell’Umanità per l’Unesco, affacciata sull’Oceano, il capoluogo della Gironda è tra le città più affascinanti di Francia.

Deve buona parte della sua notorietà internazionale ai vini, probabilmente i più pregiati e ricercati del mondo.

Meta perfetta per un weekend autunnale low cost, è facilmente raggiungibile a prezzi davvero ragionevoli dall’Italia, per esempio volando con Easyjet da Venezia. Il costo nei mesi di ottobre-novembre è veramente contenuto: abbiamo visto che ci sono voli tra i 20 e i 30 euro a persona.

Cosa vedere a Bordeaux

Piazza della Borsa

Questa piazza unica al mondo si distingue per la presenza di un grande specchio d’acqua alto 2 centimetri che copre gran parte dello spazio.

Se d’estate diventa un’attrazione divertente e rinfrescante per turisti intenti a camminarci dentro a piedi nudi, il Miror d’Eau (specchio d’acqua, per l’appunto) è particolarmente affascinante la sera, quando riflette i grandi palazzi della piazza centrale, illuminati in maniera suggestiva.

Al centro della Piazza, una splendida statua con tre figure femminili, la cui identità è tuttora dibattuta (ma pare che siano le Tre Grazie).

Cattedrale di Sant’Andrea

Costruita nel 1096, è difficile non notarla grazie alla sue immense dimensioni e alle sue cappelle che spiccano verso l’esterno. Affiancata da due gigantesche torri alte 81 metri, la facciata nord è la più interessante, grazie ai bassorilievi che ne ornano il Portale Reale.

Chiesa di Saint Michel

Una torre tra le più alte di Francia (114 metri) domina questa chiesa del XIV secolo, in stile gotico fiammeggiante.

I pellegrini che viaggiano verso Santiago de Compostela vorranno senz’altro visitare la cappella di San Giacomo, una delle tappe storiche del Cammino.

Museo di Belle Arti

Dopo il Louvre è probabilmente il museo più importante di tutta la Francia, grazie a una collezione impressionante che va da Tiziano a Rubens, da Renoir a Matisse, fino ad arrivare a Picasso. Nota piacevole: l’ingresso costa solo 4 euro.

Lungofiume della Garonna

Dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 2007 (cosa singolare per un lungofiume), è famoso per i suoi vecchi magazzini di mattoni rossi, ora riadattati a locali, gallerie d’arte, negozi e ristoranti.

Un’operazione di riqualificazione dell’area che ha previsto anche ampi spazi verdi con parchi gioco, sentieri per i runner e piste ciclabili.

Continuando sul lungofiume, si arriva all’area di Bacalan, sospesa tra canali e bacini artificali, dove è possibile accedere a un’autentica base sottomarina della Seconda Guerra Mondiale, ora trasformata in sede di eventi artistici ed esibizioni.

Infine, arrivati al molo Lalande, troviamo l’I.Boat, nave interattiva dal design unico, che ospita concerti, dj set e un ristorante.

Rue Sainte Catherine

Via principale del centro di Bordeaux, è il cuore pulsante dello shopping bordolese, con oltre duecento negozi che vendono qualunque cosa, ma soprattutto prodotti locali.

Da qui potete infilarvi nei vicoletti del centro, stracolmi di locali che vi toglieranno la voglia di assaggiare vini, formaggi e formidabili crêpes.

Da segnalare anche Rue Saint Giorges, dedicata agli artigiani, e la bella Grosse Cloche, la porta che è un autentico simbolo della città, con la sua grande campana appesa a un arco centrale.

Grand Theatre

Il più bel teatro di Francia, insieme all’Opera di Parigi, risale ai tempi dello sfortunato re Luigi XVI (il marito di Maria Antonietta, destinato con la consorte a finire i suoi giorni sulla ghigliottina). Lo stile neoclassico dell’esterno, sorta di immenso Partenone adorno di colonne e statue grecizzanti, viene addirittura superato dalle spettacolari decorazioni dell’interno, tutte sui toni dei colori reali francesi (oro, blu, bianco).

Marché des Capucins

Finora abbiamo pensato più all’arte e alla cultura, ma ora… ci è venuto un po’ di appetito.

Se c’è un posto che rappresenta plasticamente la fama di Bordeaux come capitale della buona tavola, è il Mercato dei Cappuccini. Passateci il sabato mattina e dedicatevi alle degustazioni di ostriche oceaniche, formaggi, marmellate e qualunque altra leccornia vi ispiri. Slurp!

Dune du Pilat

A qualche chilometro da Bordeaux c’è un’attrazione naturale molto speciale: la duna di sabbia più alta d’Europa.

La Dune du Pilat è un’enorme montagna che sarà divertente affrontare, grazie agli scalini o immergendosi nella sabbia dorata. La vetta vale la fatica, aprendosi improvvisamente sull’oceano e regalando scorci di bellezza inusitata.

Cité du Vin

Ultima tra le attrazioni bordolesi, ma solamente in ordine di tempo, visto che è aperta da pochissimo.

Una gigantesca cattedrale contemporanea dalle forme bizzarramente arrotondate (secondo i bordolesi somigliante a una grossa lumaca), dove troverete qualunque cosa abbia a che fare con il vero sovrano della città, il vino di Bordeaux.

Installazioni interattive, vigne coperte, ologrammi, un belvedere dalla splendida vista, ristoranti, un enorme museo della storia del vino che unisce emozione a tecnologia.

Ovviamente non mancheranno moltissime possibilità di degustare la specialità della casa: un profumato calice di vino rosso!

Per chi vuole saperne di più, ecco gli articoli che abbiamo usato come riferimento:

Anche in Francia non vuoi rinunciare a una bella sessione di allenamento, magari presso le piste ciclabili del lungomare della Garonna? Attiva SmanApp per controllare i tuoi progressi, dalla velocità alla distanza percorso fino alle calorie bruciate. Andare in vacanza è bello, farlo con SmanApp… è anche meglio!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

Rispondi