Guida notturna: le 10 regole d’oro

Di nuovo? Sì, di nuovo. Trovo sempre utile, specie ora che le giornate ricominciano ad allungarsi, ricordare una volta di più i consigli base per chi deve guidare di notte. lautomobilista_resp_blog_626x412

Certe volte mi sento davvero il Grillo Parlante.

Sempre lì, col ditino alzato a dire “questo si fa, questo non si fa”. Mi schiaccerei da solo con un grosso martello, ecco.

Però, vedi, quando giro per strada resto sempre affascinato dal comportamento di tanti utenti che sembrano guidare a occhi bendati e con una mano legata dietro la schiena.

Così, periodicamente, mi sembra naturale tornare su alcuni particolari argomenti, ricordando le banali, solite, insopportabili ma fondamentali regole per portare a casa la pellaccia e non rischiare quella altrui.

Il tema di giorno (utile ora che si avvicina l’autunno e le notti si allungano) è: guidare di notte. Lo svolgimento potrebbe essere lungo un rigo e basta: di notte si deve stare più attenti che di giorno. 
Ma preferisco entrare nel dettagli e ribadire per l’ennesima volta le mie amate…

10 regole d’oro della guida notturna

1. Vai più piano di quanto di solito faresti di giorno.

Che poi è proprio il contrario di quanto succede normalmente: le strade vuote, di notte, sembrano stimolare la voglia di accelerare… ed è sbagliato: se all’improvviso attraversa un pedone e un animale, devi essere in grado di frenare in tempo.

2. Controlla la pulizia, la regolazione e la funzionalità dei fari.

Un faro sporco è un faro menomato, che rende minore la visibilità. Se hai la sensazione che illuminino poco, rivolgiti al tuo meccanico.

3. Non abbagliare il prossimo tuo.

Potrebbe essere un comandamento nuovo… in troppi dimenticano di abbassare le luci quando incrociano altre auto. Un comportamento pericoloso per sé e per gli altri.

Quando stai per incrociare un’auto, specie se ha gli abbaglianti accesi, guarda a destra, evitando così lo sguardo diretto ai fari dell’altro veicolo.

4. Di notte sorpassa il meno possibile.

Questo vale soprattutto in strade a doppio senso di marcia, d’inverno o in caso di maltempo.

In particolare, attento alla pioggia, che con le luci notturne crea un effetto di rifrazione che disturba la visibilità. Il tutto diventa ancora più fastidioso se indossi gli occhiali.

5. Evita luci forti dentro l’abitacolo.

Per contrasto finiresti per vedere peggio l’ambiente esterno. Che poi è l’unica cosa che dovrebbe interessarti!

6. Non partire già stanco o fisicamente provato.

Se cominci male, le cose non potranno certo migliorare.

7. Se possibile, non viaggiare da solo.

Alternati alla guida con il tuo compagno di viaggio. Se non ne hai, inventane uno immaginario e parlaci. Per restare svegli, vale tutto.

8. Lampeggiare fa bene.

Lampeggia sempre prima di incroci, dossi o curve strette, segnalando così la tua presenza a chi sta arrivando. In questi casi è più che lecito, anzi è vitale.

9. Non metterti alla guida sotto l’effetto dell’alcool.

Al di là del grave rischio di multe ingenti e ritiro della patente, la tua capacità di reazione, già minore di notte, cala sensibilmente se bevi qualche drink.

Per lo stesso motivo, prima di partire scegli una cena leggera e digeribile: un fritto misto prima di mettersi alla guida può creare sonnolenza.

10. Attento ai colpi di sonno.

Contro il rischio di colpo di sonno, leggi anche questo articolo di qualche giorno fa.

Fonti di riferimento per questo articolo:

Anche di notte ricordati di attivare SmanApp: ti invierà una segnalazione audio della presenza sulla tua strada di gruppi di runner, ciclisti, lavori in corso, disabili, incidenti, animali, in modo da darti il tempo di rallentare ed evitare incidenti. SmanApp: missione sicurezza!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

 

Rispondi