Weekend d’autunno: tempo di castagne

Autunno e castagne. Un binomio imprescindibile, anche se col sole di questi giorni sembra ancora un po’ strano parlare di caminetti accesi e caldarroste… 

castagne

Quest’autunno ancora non sembra intenzionato a iniziare.

Lunghe giornate di sole ci illudono che sia ancora estate… ma noi ci avvantaggiamo sul clima, cominciando a pensare alle più classiche pietanze autunnali.

Dopo i funghi, tocca alle castagne.

Un tempo, specie nelle aree di montagna, veniva utilizzato per tantissime preparazioni, dalla farina alle zuppe, dal pane alla polenta.

Una cucina povera ma gustosa, che ancora oggi è possibile assaporare durante la stagione autunnale.

Dove si trovano: Nord Italia

Le castagne migliori in assoluto crescono in alcune aree specifiche d’Italia, e sono riconosciute da una qualifica europea (Igp e Dop).

Se volete organizzare un weekend a raccoglierle, informatevi bene con gli enti locali per il turismo: ci sono regole per la raccolta, trattandosi di un bene tutelato.

Si possono raccogliere, in generale, nei parchi, nei boschi pubblici, in quelli privati ove consentito, lungo le strade.

Se cadono sul suolo pubblico possono essere raccolte anche se provengono da alberi all’interno di una proprietà privata.

Detto questo, è sempre necessario informarsi sulle eventuali e specifiche regole locali.

Per quanto riguarda il Friuli, consigliamo un giro nella Valle di Soffumbergo.
In Lombardia una passeggiata nei boschi della provincia di Varese o di Sondrio darà grandi soddisfazione, come anche, in Trentino, la Val di Cembra e il piccolo paese di Albiano, celebre proprio per le sue castagne.

In Piemonte le aree migliori sono la provincia di Cuneo e la Val di Susa, con moltissime varianti locali.

Centro Italia

In Toscana le trovate a Marradi e in generale in tutto il Mugello,
Un’altra area di questa regione particolarmente vocata alla raccolta di castagne è quella del Monte Amiata, tra Siena e Grosseto, con molte varietà pregiate.

Da segnalare anche alcune aree della provincia di Arezzo (Caprese Michelangelo e Anghiari). In Lazio è particolarmente pregiata la castagna di Vallerano,

La Campania è titolare della prima castagna ad aver ottenuto la denominazione d’origine controllata in Italia: si trova a Montella. Da segnalare anche il Marrone di Roccadaspide, coltivato in particolare nel Cilento e sui monti Alburni.

Sud e Isole

La Calabria è ricca di castagne, specie nel Parco della Sila, come anche Basilicata (nei boschi vicini a Melfi), Sicilia (sulle Madonie e nel Parco dell’Etna), Sardegna (Barbagia, Parco del Gennargentu).

Se non avete voglia di cercarvele da soli, nel bosco, niente paura: per tutto l’autunno in tutt’Italia fioccano le sagre dedicate al prezioso alimento: le principali le trovate qui.

Mangiarle al naturale

Le ricette a base di castagne sono, letteralmente, centinaia. Dolci, salate, ce ne sono di tutti i tipi: la castagna è un alimento sano e versatile, che si presta a tantissime modalità di cottura e preparazione.

Anche se questo non è un blog di cucina, ci piace ricordare rapidamente i due modi più semplici per mangiarle nella versione più pura, al naturale.

In padella:

  • Versare del sale grosso in padella.
  • Aggiungete le castagne dopo averne inciso il dorso con un taglio a croce.
  • Cuocetele coperte per 25 minuti.
  • Versatele in una ciotola togliendo il sale e, dopo averle tenute cinque minuti in un panno, servite.

In pentola:

  • Dopo aver fatto il solito taglio a croce, mettetele in pentola con acqua abbondante. Appena l’acqua bolle, scolate e deponete le castagne in una teglia.
  • A questo punto, 25 minuti in forno a 220° completeranno la cottura.
  • Coprite con un panno il contenitore in cui le avete versate, e servite.

Fonti di riferimento qui e qui

Weekend a caccia di castagne? Ricordatevi sempre di attivare SmanApp, la prima applicazione che mette in contatto automobilisti e altri utenti della strada, come runner, ciclisti, pedoni, disabili, per evitare distrazioni e incidenti. Andar per castagne è bello, con SmanApp… è meglio! 😉

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

Rispondi