Comprare un SUV: pro e contro

lautomobilista_resp_blog_626x412

Lo ammetto. Non capisco questa esigenza di dotarsi di auto sempre più grandi, sempre più pacchiane, sempre più gonfiate e muscolose.

Così, ho cercato di spiegarmi come mai siano tanto di moda ormai da anni.

Anche perché la moda, oltre un certo numero di anni non è più tale, diventa piuttosto  una mutazione antropologica.

Insomma, che ci piaccia o no, i SUV per un bel po’ di tempo non ce li leveremo più: tocca dirlo, non erano un fatto effimero che sarebbe durato il tempo di una stagione, come speravo.

Il SUV è di tendenza, questo si sa… ma perché?

Una delle spiegazioni migliori è il bisogno di sicurezza, di avere una sensazione di solidità, unita al non trascurabile vantaggio di avere una posizione sopraelevata rispetto alla strada.

In effetti un po’ li capisco, ormai, la mia utilitaria mi fa sentire molto fragile. Il fatto è che mi sento piccolo. Ma il problema è che sono loro a farmi sentire piccolo. I SUV che mi circondano. Insomma, è una spirale senza fine, che alla fine porterà anche me a comprarlo. Forse.

Ma i SUV sono davvero migliori delle altre auto?

Vediamo i pro e i contro

Pro

  • La solidità: si tratta di un mezzo pesante e in grado di resistere ad urti importanti.
  • La posizione: il guidatore si trova più in alto rispetto alle normali auto. Questo dà una maggiore percezione di controllo.
  • La comodità: sono auto di fascia alta, con un notevole livello di confort.
  • Il prestigio: un SUV è uno status symbol costoso: guidarlo indica benessere, agio economico e sicurezza di sé.
  • La luminosità: l’ampiezza di parabrezza e finestrini permette di fare entrare molta luce nell’abitacolo.
  • Le 4 ruote motrici: per chi guida fuoristrada, pur non essendo un’esclusiva dei SUV, sono naturalmente fondamentali.

Contro

  • Non è così sicuro come si crede: il suo peso lo rende meno controllabile in caso di emergenza e il suo baricentro alto gli toglie aderenza, specie in discesa, e il peso maggiore rende più problematica la frenata.

Inoltre, la sicurezza non dipende tanto dalla dimensione e forma dell’auto, ma da altre caratteristiche: fa testo il criterio Euro Ncap, a parità di veicolo.

Insomma, se le stelle Euro Ncap sono 5 per una berlina o per un SUV, la protezione sarà la stessa.

Naturalmente, un’auto sicura costa di più, ma questo vale per tutte le categorie.

  • L’ingombro. Guidare in spazi stretti (come in tante città italiane) e parcheggiare non sono il suo forte.

Non è spazioso come sembra: nonostante le dimensioni, lo spazio per gli occupanti e, peggio, per i bagagli è spesso molto minore di quello di un furgone, di una station wagon o talvolta anche di una berlina di fascia medio/alta.

La comodità del SUV è comunque relativa: per esempio, salire e scendere è più scomodo, visto che prevede una sorta di “arrampicata”, rispetto alle berline.

In più, anche per quanto riguarda il comfort, non dipende tanto dalla categoria quanto dalle scelte delle singole case produttrici: ci sono utilitarie e berline comode, come ci sono SUV scomodi.

  • Costa molto comprarlo e mantenerlo: tra acquisto iniziale, bollo, assicurazione, consumi è un mezzo davvero dispendioso.

I SUV in media consumano più di una berlina a parità di motore e stile di guida. L’altezza del veicolo e il suo peso fanno sì che per ottenere le stesse prestazioni serva maggior potenza.

Inoltre, per i soliti motivi, i motori dei SUV devono essere più potenti e questo porta maggiori costi (bollo, assicurazione etc.).

  • In città non offre nessun valore aggiunto. A meno che non ci sia una reale necessità di guidare spesso in situazioni di fondo stradale difficile, in montagna, in ambienti estremi, la necessità di un fuoristrada è piuttosto incomprensibile.
  • Inquina più di altri veicoli di pari cilindrata: è intuitivo: consumando di più, inquina di più.

Inoltre, la diffusione massiccia di questi mezzi significa maggior uso di risorse (gomma, plastica, acciaio).

Infine, il proliferare di mezzi così pesanti è sicuramente un modo per consumare più velocemente l’asfalto delle strade, con i conseguenti maggiori costi di manutenzione.

  • Crea malumori

Magari è un pregiudizio, ma è un dato di fatto che per molte persone un SUV (e il suo padrone) sono sinonimo di arroganza, ego eccessivo, ostentazione di ricchezza e altro ancora.

Ovviamente non è obbligatorio tenerne conto, ma i SUV non sono certo un mezzo che ispira istintivamente simpatia…

In conclusione

Pur avendo una serie innegabile di pro, i contro tendono a ridimensionarli quasi tutti.

Rimango dell’idea che questo tipo di auto vengano comprate, alla fine, più per moda e per un certo bisogno di sentirsi “al di sopra” degli altri utenti della strada… nulla di male, beninteso, ma i vantaggi del SUV quando si parla di guida in città o in autostrada sono decisamente irrisori rispetto agli svantaggi.

SUV o non SUV, ricordati di attivare SmanApp, la prima app di sicurezza stradale che protegge gli utenti deboli come pedoni, runner, ciclisti, segnalandone la presenza agli automobilisti in modo da evitare distrazioni e pericoli. SmanApp: la sicurezza è a portata di click!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

Rispondi